Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:45 METEO:FIRENZE16°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 26 settembre 2023

PSICO-COSE — il Blog di Federica Giusti

Federica Giusti

Laureata in Psicologia nel 2009, si specializza in Psicoterapia Sistemico-Relazionale nel 2016 presso il CSAPR di Prato e dal 2011 lavora come libera professionista. Curiosa e interessata a ciò che le accade intorno, ha da sempre la passione della narrazione da una parte, e della lettura dall’altra. Si definisce amante del mare, delle passeggiate, degli animali… e, ovviamente, della psicologia!

​Se avessi fatto questo forse adesso…

di Federica Giusti - venerdì 21 aprile 2023 ore 08:00

Da piccola mi piaceva un sacco giocare con i miei al gioco del “Se fosse…”. Mi piaceva cercare di indovinare il nome di un personaggio famoso attraverso una serie di domande come se fosse un fiore?, se fosse un profumo?…

Quei se lanciati in aria permettevano di comprendere meglio la personalità del soggetto in questione, magari azzeccando proprio il personaggio.

Ma poi ci sono i se che ci diciamo nella quotidianità. Quelli non servono a comprendere meglio, servono solo a sprecare energie che potrebbero essere utili per altro.

Il famoso “Con i se e con i ma non si va da nessuna parte”. Iniziare a pensare e rimuginare sul fatto che se ci fossimo comportati in maniera diversa, forse adesso avremmo altro nella vita, spesso ci porta a fantasticare scenari futuri magnifici. Come a dire, se non avessi preso la decisione sbagliata, ora avrei tutto ciò che desidero. Ma non è così semplice la nostra vita, non lo è affatto. Questo tipo di pensiero e di ragionamento, non fa altro che ispessire le maglie della nostra gabbia mentale alimentando un dannosissimo senso di colpa nei nostri stessi confronti.

Iniziare invece a leggere quella decisione di allora come la migliore decisione possibile da prendere nel momento in cui la si è presa, avere un atteggiamento più accogliente nei nostri stessi confronti, potrebbe essere utile.

Non è detto che quella decisione, vista adesso, possa soltanto portare a qualcosa di negativo. Magari può darsi che ci dia la possibilità di imparare dalle nostre esperienze e perché no, dai nostri errori.

Ogni volta che utilizziamo la nostra energia per lamentarci e dire “se avessi fatto…”, la sprechiamo infinitamente e non la dirottiamo su ciò che potrebbe esserci davvero utile, ossia imparare a riflettere ed imparare sul passato.

Cerchiamo invece di contestualizzare, di comprendere meglio le circostanze di quelle scelte, il modo in cui ci permettiamo di scegliere, quelle che sono le motivazioni e le risorse di quel momento, quali erano i nostri bisogni. Vedete quante cose si possono fare anziché lamentarci e colpevolizzarci?

I se ci riportano al passato, noi dobbiamo provare a stare nel presente, nel qui ed ora. Cerchiamo il cambiamento adesso piuttosto che focalizzarci su quello che non abbiamo fatto prima!

Federica Giusti

Articoli dal Blog “Psico-cose” di Federica Giusti