Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:FIRENZE19°35°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Fiola, l'assurda esultanza al gol contro la Francia: spacca un computer davanti a una donna spaventata

Attualità sabato 12 settembre 2015 ore 11:09

Taxi, è guerra aperta

I tassisti contro Palazzo Vecchio e Uritaxi e Cotafi annunciano un autunno caldo di lotta. Uber spaventa interviene il consorzio CapCosepuri



FIRENZE — Claudio Giudici, a nome del sindacato Uritaxi e della cooperativa Cotafi, annuncia una dura lotta di rivendicazione democratica. Si unisce al coro di protesta anche Simone Giuliani a nome di Socota. Le proteste dell'autunno caldo dei tassisti potrebbero essere cortei o volantinaggi ma non si escludono anche scioperi. Tutto parte dall'annuncio del sindaco Dario Nardella sull'aumento delle licenze almeno del 10%. 

E poi oltre all'annuncio del sindaco arriva anche il nemico giurato dei tassisti: Uber, l'applicazione di fama internazionale che permette di prenotare le auto noleggio con conducente (Ncc) che a Firenze sarebbero già circa 80. L'azienda Uber ha dato conferma di essere pronta entro ottobre. 

Su questo interviene il Consorzio CapCosepuri: “Fondamentale l'organizzazione per assistere i bisogni di turisti e cittadini”

“Come accaduto altre volte, qualche rappresentante di compagnia di taxi non perde occasione per gettare fango e discredito sulla categoria degli ncc citando episodi di violenze causati dagli autisti di Uber avvenuti in India ed in America.” E' quanto dichiara Franco Giani, amministratore delegato del Consorzio CapCosepuri (oltre 40 aziende di NCC a Firenze) a proposito delle dichiarazioni di Claudio Giudici, presidente di Uritaxi Toscana sull'ipotesi dell'arrivo del servizio Uber a Firenze.

“Per chi legge e non è particolarmente addentro a questi problemi – continua Giani - rimane l'assonanza NCC/violenza e pericolo. Io ho un azienda di noleggio con conducente e sono anche amministratore delegato del Consorzio Capcosepuri di Firenze a questa provocazione non ci sto. Come consorzio noi siamo pronti da tempo con un app a fornire un servizio simile ad Uber in città ma siamo prigionieri di una legge antiquata che non tiene conto delle innovazioni tecnologiche e non abbiamo la forza politica ed economica di Uber per farci ascoltare Quindi i taxisti non cerchino di infangare una categoria che in città offre un servizio di altissimo livello ma si confrontino con il Comune solo sui loro problemi, che leggendo i giornali, sembrano non essere pochi. L'ipotesi di un servizio Uber a Firenze deve sicuramente essere oggetto di una discussione – conclude – in un'ottica legata al miglioramento di tutto il servizio per turisti e cittadini.”

L'assessore allo sviluppo economico Giovanni Bettarini ha convocato a Palazzo Vecchio il 18 settembre le cooperative dei tassisti e i sindacati. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto ai giardini della Fortezza da Basso. A finire denunciato un giovane di 23 anni che è stato sedato e trasportato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità