QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 15°17° 
Domani 16°25° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 18 settembre 2019

Attualità mercoledì 03 aprile 2019 ore 17:16

Passepartour, turismo senza barriere

Presentato dall’assessore al Turismo il kit realizzato in collaborazione con la startup Kinoa per chi visita Firenze in sedia a rotelle



FIRENZE — Firenze e il suo straordinario patrimonio culturale sono da oggi ancora più accessibili grazie a Passepartour, il kit per chi visita la città in sedia a rotelle. Quattro guide con itinerari storico-artistici per un turismo senza barriere e una mappa del centro storico con le aree percorribili in completa autonomia o con il supporto di un accompagnatore. Il nuovo strumento, realizzato dall’assessorato al Turismo in collaborazione con la startup fiorentina Kinoa, è stato presentato oggi in Palazzo Vecchio dall’assessore al Turismo e dal Ceo e co-fondatore di Kinoa Lapo Cecconi.

L’assessore al Turismo, precisa una nota del Comune di Firenze, ha sottolineato come si sia deciso di "Lavorare in modo ancora più incisivo sul tema del turismo accessibile incaricando una startup del sistema fiorentino dell’innovazione, Kinoa, che ha mappato con il navigatore Kimap tutta la città dal punto di vista delle barriere architettoniche. Sono stati quindi studiati quattro itinerari in modo da consentire a chi arriva a Firenze di sapere qual è il percorso migliore per godere delle nostre bellezze in modo del tutto accessibile. Le mappe con gli itinerari accessibili saranno distribuite negli Info Point turistici della città, rese disponibili on line e inserite nella vetrina delle App del Comune. Nella mappa aggiornata insieme a Kinoa saranno inseriti tutti i servizi per i diversamente abili, diventando quindi uno strumento integrato. Oltre a ciò, presso ogni Info Point sarà a disposizione una carrozzina in noleggio gratuito”.

“Il centro di Firenze vanta ampie aree pedonali ed è stato oggetto di varie opere di riqualificazione – ha spiegato Lapo Cecconi -, ma il suo impianto storico presenta inevitabilmente anche strade strette e lastricati in pietra che possono rappresentare un ostacolo per chi si muove in sedia a rotelle senza conoscere nel dettaglio la città. Questo progetto – ha proseguito Cecconi – nasce per abbattere le barriere informative sull’accessibilità della città e sviluppare un turismo veramente per tutti, grazie al supporto della tecnologia Kimap sviluppata da Kinoa. Con Kimap è stato possibile mappare in automatico la qualità del terreno di strade e marciapiedi e di georeferenziare punti di interesse e servizi accessibili”.

Il progetto comprende, oltre a quattro volumi con itinerari storico-artistici in italiano e inglese, anche una mappa del centro storico con evidenziate tutte le aree percorribili in completa autonomia o con il supporto di un accompagnatore. Il primo volume disponibile propone un percorso classico che tocca i principali punti di interesse del cuore del centro storico. L’itinerario è un anello accessibile che parte dalla stazione di Santa Maria Novella per raggiungere piazza della Signoria, passando da piazza Duomo, per poi proseguire con gli Uffizi e arrivare a Palazzo Pitti. Da qui è proposto un percorso per ritornare al punto di partenza passando da via Tornabuoni e Palazzo Strozzi. I prossimi tre volumi saranno dedicati all’Oltrarno, alla parte Est con Santa Croce e Bargello e alla parte Nord con Accademia e Santissima Annunziata.



Tag

Scissione PD, le risate di Di Pietro: "Non sapevo nulla"

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità