Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Attualità mercoledì 27 gennaio 2021 ore 11:38

Memoria, tanti eventi virtuali a causa del Covid

A causa dell’emergenza sanitaria le iniziative fiorentine per il Giorno della Memoria si sono trasferite dalle piazze reali a quelle virtuali



FIRENZE — Il programma degli eventi per il Giorno della Memoria è segnato dalla pandemia, gli appuntamenti promossi dall’Assessorato alla Cultura della Memoria, dall’assessorato alla Cultura, dai Quartieri e dal Consiglio comunale sono in gran parte on line.

Nel giorno in cui nel 1945 furono abbattuti i cancelli di Auschwitz alle 11 al Memoriale di Auschwitz presso l’Ex3 di viale Giannotti si è svolta una cerimonia a porte chiuse con il sindaco di Firenze e della Città Metropolitana Dario Nardella, il prefetto Alessandra Guidi, il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, l'assessore alla Cultura della Memoria Alessandro Martini, rappresentanti dell'Associazione nazionale ex deportati, Associazione nazionale ex internati militari, Associazione nazionale vittime civili di guerra e della Comunità ebraica.

Alle 12 e 30 lo scoprimento della targa che intitola l’area tra viale Strozzi e via Valdfonda al maresciallo maggiore della Guardia di Finanza Vincenzo Giudice con il sindaco Nardella e il Comandante generale della Guardia di Finanza Generale del Corpo di Armata Giuseppe Zafarana. Vincenzo Giudice, decorato con la medaglia d’oro al valor militare, era un sottufficiale originario di Eboli in servizio a Bergiola Foscalina di Carrara. Avvertito di una rappresaglia delle SS ai danni di civili offrì la propria vita per salvare i civili, che però non furono risparmiati nonostante il sacrificio del militare.

Nel pomeriggio, alle 17, sul canale Youtube la tavola rotonda promossa dal Consiglio comunale dal titolo “Dalla Shoah negata al Porrajmos dimenticato: i prodotti dell’odio”. Dopo i saluti del presidente Luca Milani, l’assessore Martini, Donata Bianchi presidente della Commissione consiliare pace e diritti umani, Luca Bravi dell’Università degli Studi di Firenze, Eva Rizzin del Centro di Ricerche Etnografiche e di Antropologia applicata “Francesca Cappelletto” (CREAa) dell’Universitа degli Studi di Verona, Enrico Fink presidente del Consiglio della Comunità Ebraica di Firenze, Claudio Vercelli Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Per il Quartiere 2 la presentazione del libro “L’ebreo inventato - Luoghi comuni, pregiudizi, stereotipi” a cura di Saul Meghnagi e Raffaella Di Castro (Editrice Giuntina) in collaborazione con l’editrice Giuntina. Il Quartiere 3 organizza, insieme ad Associazione Nazionale ex deportati, la visione di un video sulla deportazione. Il Quartiere 5 ha ricordato Gino Bartali “Giusto tra le Nazioni”. Un ricordo di “Ginettaccio”, campione nello sport e nella vita, riconosciuto “Giusto tra le Nazioni” per il coraggio con cui salvò centinaia di ebrei dalla deportazione, trasportando i documenti nella sua bicicletta. L’evento, in collaborazione con la Compagnia Teatri d’Imbarco, in diretta sul canale Youtube del Quartiere 5. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A spaventare i residenti è la cantierizzazione dei lungarni ma anche l'impatto che la nuova infrastruttura avrà sulla viabilità interna della zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità