Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:14 METEO:FIRENZE12°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 05 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Cassano a Bobo Tv: «Ronaldo mi ha scritto di portargli rispetto. Stai sereno...»

Attualità martedì 11 luglio 2017 ore 18:20

Mense, mille firme per i piatti graditi ai bimbi

E' stata depositata la petizione sottoscritta da 1.087 genitori per reintrodurre nelle mense scolastiche pietanze apprezzate dagli alunni



FIRENZE — Chiedono all'amministrazione di togliere dai menù delle mense scolastiche i cibi che i bambini non mangiano e di reintrodurre piatti graditi gli oltre mille genitori che hanno sottoscritto la petizione presentata oggi in Consiglio regionale da tre mamme insieme al vicepresidente Marco Stella (Forza Italia). 

La petizioneè stata depositata lo scorso primo giugno e quindi, in base allo Statuto Comunale, Palazzo Vecchio ha tempo fino al prossimo 15 luglio per dare una risposta motivata e incontrare una delegazione dei proponenti.

"Sono mesi che insieme alle mamme denunciamo un fatto gravissimo - ricorda Stella - e cioè che i bambini non mangiano, ci sono dei piatti che hanno uno scarto altissimo, del 90 per cento, come certificato durante l'anno dalle varie commissioni mensa dei singoli istituti. I nostri figli, spesso, escono da scuola completamente digiuni, e a casa si abbuffano di merendine e schiacciata: mi domando se questa è corretta alimentazione. Noi crediamo di no, crediamo che sia ingiusto lasciare i bambini digiuni, ne va della loro salute, del loro rendimento scolastico e sportivo, e soprattutto così non si fa una buona educazione alimentare".

"Il Comune di Firenze deve rivedere le sue decisioni in tema di mense scolastiche - ha proseguito Stella - Deve sì tenere una linea di indirizzo, come previsto dalle norme stabilite dal Consiglio regionale, che contempli un giusto bilanciamento tra verdure, carne e carboidrati. Ma siamo convinti che a mensa i bambini debbano vedersi proposti piatti sani e di loro gradimento". 

Nella petizione viene chiesto di eliminare i piatti molto scartati come il tortino di verdure, l'orzotto, la zuppa di cipolle, il polpettone di spinaci, la zuppa cavolo e patate, la vellutata di zucca con quinoa, la cecina e le seppie in inzimino e viene chiesta la reintroduzione di pasta al tonno, pollo arrosto, carne rossa (almeno 1 volta la settimana), platessa dorata, bastoncini di pesce, vitella, coniglio, schiacciata, pane bianco (almeno 2 volte la settimana).

Il bando comunale per le mense di 160 scuole materne ed elementari del Comune di Firenze vale 11.640.000 euro (20mila pasti al giorno realizzati in 15 centri di cottura) ed è in proroga da tre anni. 

"Le norme prevedono che non si possa prorogare un bando per più di 36 mesi - ha concluso Stella - Siamo in attesa dunque del nuovo bando, di cui però ancora non si ha notizia. Quel che chiediamo, è che i nostri figli abbiano un menu equilibrato, ma anche cibi graditi, e che si metta fine a questo spreco diseducativo di cibo".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Quelle confezioni alimentari erano proprio anomale. E infatti anomalo si è rivelato anche il loro contenuto: hashish e denaro contante
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Attualità