QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 18°31° 
Domani 21°32° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 21 luglio 2019

Cronaca giovedì 06 aprile 2017 ore 16:53

Colpo di scena, il bullo finisce al Cie

Divieto di dimora e trasferimento al Cie di Torino per il 'bullo' di via Baracca dopo l'ultimo arresto. Da settimane era l'incubo di un quartiere



FIRENZE — Ora l'incubo sembra davvero essere finito. Dimitri Grosu, il 38enne romeno ribattezzato il 'bullo di via Baracca', è finito in manette dopo l'ultimo raid messo a segno in via Baracca contro una macchina parcheggiata presa a calci e pugni

Un gesto che stavolta gli è costato molto caro. Alla vista di quello che stava facendo, infatti, i residenti del quartiere hanno chiamato la polizia che subito è arrivata sul posto e lo ha bloccato. A quel punto sono scattate le manette, il trasferimento in questura e la denuncia per danneggiamento aggravato.

Nei suoi confronti è scattato poi il divieto di dimora a Firenze a cui ora seguirà il trasferimento al Cie di Torino, in attesa del provvedimento di espulsione dall'Italia.  

Quella del bullo è una storia costellata di reati e malefatte di cui hanno fatto le spese negli ultimi tempi i residenti della zona di via Baracca, bersagliati dalle sue molestie, talvolta anche a sfondo sessuale e dalle sue esplosioni di violenza di cui hanno fatto le spese soprattutto, come l'ultimo episodio dimostra, le auto in sosta. Sabato scorso era stato arrestato per poi essere scarcerato per mancanza di denunce specifiche che consentissero la convalida dell'arresto. Decisione contro cui si ha preso posizione la procura, annunciando un doppio ricorso sia in Cassazione che al tribunale del riesame. Ora il colpo di scena. 



Tag

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Cronaca

Cronaca