Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:20 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 18 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Metsola non strinse la mano a Muscat

Arte giovedì 15 dicembre 2016 ore 16:05

Un solo colore per la Madonna con Bambino

All'opera, che è ospitata nella sede della Misericordia in piazza del Duomo, è stata ripulita la superficie in modo omogeneo con acqua distillata



FIRENZE — E' stata restaurata la statua della Madonna con Bambino di Benedetto da Maiano (1442-1497) ospitata nella sede della Misericordia di Firenze, in piazza del Duomo. La statua è stata ripulita sulla superficie in modo omogeneo con acqua distillata. Sono state alleggerite le zone pigmentate scure per togliere l'effetto "macchie". 

La statua fu terminata nel 1575 dallo scultore Battista Lorenzi, che aveva eseguito buona parte della tomba di Michelangelo in Santa Croce e fu messa finita sull'altare della loro sede.

Nel 1576 la Misericordia di Firenze ottenne la sua attuale sede in piazza Duomo, e la statua commissionata due secoli prima proprio dall'Arciconfraternita, venne collocata sull'altare provvisorio della Misericordia. L'opera è di notevole impegno e nuova concezione nell'ampiezza delle mosse plastiche e nella complessità del ritmo compositivo: pacato e solenne nella Madre, dinamico e ''in torsione'' nel Bambino. Si deve ricordare che la statua, come appare oggi, è frutto anche del considerevole intervento cinquecentesco dello scultore Battista Lorenzi di chiara adesione michelangiolesca.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La pista ciclabile gira sotto al ponte e si raccorda con un nuovo ramo parallelo. Il raccordo circa 20 anni dopo la realizzazione del primo tronco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Chi mette al centro la persona

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca