Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:31 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 28 febbraio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Milano, rissa scoppiata alla Darsena tra lanci di bottiglie e scazzottate

Attualità giovedì 21 gennaio 2021 ore 14:38

Tram, rivoluzione per il cantiere di Publiacqua

Lo scavo per la posa della conduttura occuperà l'area di piazza della Libertà e viale Lavagnini, si tratta di un'opera propedeutica al nuovo tram



FIRENZE — Dopo l'indagine archeologica condotta nel mese di Dicembre partono i lavori per il rinnovo dell’acquedotto di viale Lavagnini e piazza della Libertà. Il 23 Gennaio 2021 sarà allestito il campo base del grande cantiere di Publiacqua nel parcheggio sul lato del viale Matteotti. L'inizio delle attività di scavo e posa è programmato per il 31 Gennaio

L’assessore Stefano Giorgetti ha ricordato che si tratta di un intervento propedeutico ai lavori veri e propri della tramvia che prenderanno il via a Giugno.

Le operazioni di posa della nuova condotta saranno precedute, nelle giornate dal 26 al 30 Gennaio, dai lavori per la modifica della viabilità. Costo dell’opera: 6,5 milioni di euro di cui 2 milioni per il materiale. 

Saranno attivi due cantieri, uno da viale Matteotti-angolo via La Marmora, e l’altro da Viale Lavagnini-angolo viale Strozzi per ridurre sensibilmente la durata dei lavori; cantieri operativi su tre turni, una volta ottenuta la deroga ai limiti normativi per l’impatto acustico, per consentire il loro svolgimento in modo tale da non interferire con l’avvio delle attività per la nuova tramvia. La conclusione dei lavori della posa della nuova tubazione è prevista intorno a metà Giugno

Lo scavo sarà lungo circa 1,2 chilometri e largo 2,30 metri alla profondità variabile dai 3,5 ai 5,5 metri per passare al di sotto di alcuni sotto-servizi presenti e del sottopasso pedonale di Viale Spartaco Lavagnini. 

“È un’opera importante con una canterizzazione che sicuramente avrà ripercussioni sulla circolazione cittadina - ha sottolineato l’assessore alla Mobilità Stefano Giorgetti -. Anche per questo abbiamo anticipato le modifiche di viabilità predisponendo itinerari alternativi già nelle scorse settimane. Comunque monitoreremo la situazione in modo da intervenire per eventuali correttivi. Si inizia con le sistemazioni urbanistiche su viale Lavagnini lato centro per poi continuare con la sede tranviaria a centro carreggiata e in contemporanea in via Cavour".

Macrofase 1: durata 50 giorni. Dal 30 Gennaio interesserà viale Lavagnini da viale Strozzi a via Leone X. Saranno realizzate due camerette, una più grande lato Strozzi e una di dimensioni minori sul lato di via Leone X. Il cantiere si svilupperà sulla semicareggiata di viale Lavagnini lato Student Hotel occupando due corsie e lasciando una corsia per i veicoli diretti verso la Fortezza. Il controviale rimarrà a disposizione per pedoni e pista ciclabile. Per la realizzazione della cameretta più ampia lato viale Strozzi sarà interessata anche l’area di intersezione tra i due viali con la chiusura temporanea dell’attraversamento pedonale-ciclabile e la chiusura del controviale di viale Strozzi lato edifici. Rimarrà utilizzabile l’attraversamento di viale Strozzi verso la Fortezza. Tre le corsie di viale Lavagnini in direzione piazza della Libertà di cui quella centrale dedicata alla svolta su via Leone X che consente di riprendere via Lorenzo il Magnifico verso piazza della Libertà/Le Cure, oppure viale Milton per rientrare su viale Strozzi oppure di arrivare a Statuto dal ponte provvisorio. Due delle corsie di viale Lavagnini da piazza della Libertà a via Leone X saranno indirizzate verso quest’ultima strada e una potrà continuare verso viale Strozzi.
I veicoli provenienti da piazza della Libertà e diretti alla Fortezza avranno a disposizione anche viale Milton; per la direttrice verso piazza della Libertà resta invariata l’immissione in via Lorenzo Il Magnifico dal controviale lato sottopasso e quindi la possibilità di raggiungere piazza della Libertà e proseguire verso le Cure oppure verso piazzale Donatello attraverso via Pier Capponi.

Macrofase 7: durata 40 giorni. Questa fase è articolata in due sottofasi e interessa viale Matteotti con avvio a seguire della macrofase 7. La prima sottofase riguarda il tratto a cavallo dell’incrocio con via Fra’ Bartolommeo dove sarà realizzata una cameretta; la seconda il tratto successivo con prosecuzione su piazza della Libertà (lato edifici). Il cantiere andrà a occupare due corsie della semicareggiata di viale Matteotti verso piazza della Libertà. Quattro le corsie a disposizione della viabilità: due verso piazza della Libertà e altrettante verso piazzale Donatello. Il controviale sarà chiuso in corrispondenza del cantiere ad eccezione di titolari di passi carrabili e mezzi di soccorso. I lavori in corrispondenza dell’incrocio con via Fra’ Bartolommeo saranno organizzati in modo tale prevedere chiusure parziali con transito sempre consentito. Le opere propedeutiche per l’avvio dei lavori saranno effettuate nella notte immediatamente precedente in modo da attivare la configurazione di cantiere senza soluzione di continuità.

L’intervento riguarda una tubazione strategica per il sistema acquedottistico, parte integrante della cosiddetta “Autostrada dell’Acqua” che, dall’Impianto fiorentino dell’Anconella, trasporta l’acqua prelevata e potabilizzata dal Fiume Arno alla città di Firenze e poi, proseguendo la sua corsa fuori dai confini cittadini, ai comuni della Piana e ai sistemi acquedottistici di Prato e Pistoia. Un’infrastruttura da cui transitano tra i 1.500 e i 2.000 litri al secondo con una pressione variabile tra giorno e notte rispettivamente di 2,8 e 2,6 bar. Una condotta di grandi dimensioni, 120 cm di diametro, prodotta ad hoc da una fonderia parigina specializzata, Saint Gobain. Arrivata e immagazzinata in questi giorni nei pressi dell’Impianto dell’Anconella, sarà trasportata di volta in volta, barra per barra (8,15 metri di lunghezza, 1 tonnellata di peso), sul cantiere dove poi sarà posata, in modo da non interferire con il futuro tracciato della tramvia.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità