Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:05 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 09 marzo 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Draghi: «Via d'uscita dalla pandemia è vicina, il Recovery è un'opportunità per le donne»

Attualità mercoledì 20 gennaio 2021 ore 13:08

"Troppi disagi per il tram, il piano non è chiaro"

Gli ingegneri fiorentini hanno puntato il dito sui nuovi cantieri contrapponendo i disagi evidenti ai benefici che, invece, sarebbero meno conosciuti



FIRENZE — Secondo gli ingegneri non sarebbe chiaro il disegno urbanistico della città con la nuova linea del tram a regime e questo sarebbe causa del malcontento dei cittadini. Le modifiche introdotte sui viali di circonvallazione in prossimità del nodo di piazza della Libertà per consentire la realizzazione della nuova linea Fortezza - San Marco sono al centro delle critiche mosse a Palazzo Vecchio dall'Ordine degli Ingegneri di Firenze.

Fiorenzo Martini, presidente della Commissione Trasporti dell'Ordine degli Ingegneri di Firenze ha spiegato "Sarebbe auspicabile capire meglio quali saranno i processi di integrazione tra autobus, treni, tram e mezzi privati, nonché i vantaggi per il traffico e la qualità della vita. Agli occhi dei cittadini, infatti, non sono chiari né il disegno complessivo della futura mobilità locale, né gli obiettivi perseguiti".

In una nota l'Ordine professionale ha sottolineato "Nei prossimi mesi i disagi legati ai lavori per la tramvia saranno molti e si ripercuoteranno sulla vita di tutti i fiorentini. Abbiamo piena fiducia nei confronti del Comune, che ha dimostrato di saper gestire situazioni complesse, ma in questo momento ci appare prioritario, oltre che investire risorse economiche per la realizzazione dei lavori, pensare a una più precisa ed efficace comunicazione. I nuovi progetti relativi alla tramvia contribuiranno sicuramente al miglioramento del trasporto pubblico locale, ma sarebbe auspicabile capire meglio quali saranno i processi di integrazione tra autobus, treni, tram e mezzi privati, nonché i vantaggi per il traffico e la qualità della vita. Agli occhi dei cittadini, infatti, non sono chiari né il disegno complessivo della futura mobilità locale, né gli obiettivi perseguiti. È questa mancanza di prospettiva a generare malcontento. Al contrario, far capire alle famiglie l'utilità e la necessità di certe decisioni faciliterebbe il superamento delle polemiche causate dai lavori”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità