Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE19°30°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 22 giugno 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana
Jovanotti a sorpresa torna sul palco e canta al Festival of The Sun in Toscana

Arte giovedì 06 febbraio 2020 ore 15:30

I preziosi gioielli della Madonna in restauro

Al via il restauro della Vergine nella cappella della Santissima Annunziata. I gioielli che adornano la Madonna nel caveau per cinque mesi



FIRENZE — Sono gioielli molto preziosi e adornano da secoli la Madonna raffigurata nell'affresco all'interno del Tempietto della Cappella della Santissima Annunziata. Adesso per consentire il restauro dell'affresco sono stati rimossi e resteranno custoditi nella cassaforte per circa cinque mesi. Si tratta di una corona, una collana e una stella. L'operazione di rimozione si è svolta alla presenza dei responsabili dei lavori, delle restauratrici, di rappresentanti della Fondazione CR Firenze e dei carabinieri del Nucleo tutela patrimonio culturale.

Il Tempietto della Vergine Maria conserva un affresco duecentesco raffigurante l’Annunciazione protetto da una vetrata e i gioielli sono conservati all’interno.

La corona risale al 1852, su commissione del conte Ferdinando Bardi Serzelli e realizzazione dell’orafo Pietro Bensi. La struttura è in oro e sulla quale sono stati rimontati con l’aggiunta di nuove gioie e perle offerte dal granduca Leopoldo II d’Asburgo Lorena, gli smalti, le pietre e le perle della precedente, che presentava un supporto in argento dorato.

La stella è incastonata nella pittura murale fu donata da Cristina di Lorena attorno al 1605. Misura sei centimetri di diametro e si presenta sotto forma di stella in oro con raggi fiammeggianti, posti arretrati, in smalto rosso, che si alternano ad altri lanceolati, posti in primo piano, definiti ciascuno da un pavé di diamanti, il tutto segnato al centro da un grosso diamante esagonale sfaccettato.

Il collier, nella sua configurazione attuale, è formato da fili di perle, spille, pendenti e anelli. Appare tuttavia chiaramente identificabile il gioiello donato nel novembre del 1687 dalla granduchessa Vittoria della Rovere, opera dell’orafo e gioielliere di corte Giovanni Comparini, caratterizzato al centro da un topazio orientale quadrato.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
il cantautore romano in compagnia del chitarrista Damiano Minucci delle Ombre Elettriche domani dal vivo per l'’Associazione Culturale La Chute
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Spettacoli

Imprese & Professioni

Attualità