Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 08 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Elezioni, Calenda: «Non intendo andare avanti in questa alleanza con il Pd»

STOP DEGRADO mercoledì 10 novembre 2021 ore 09:26

Marciapiedi invasi dai televisori abbandonati

Foto da Facebook

Aumentano le segnalazioni per abbandono di televisori sui marciapiedi della città. Al cassonetto si trovano apparecchi di ogni tipo, anche rarità



FIRENZE — I televisori abbandonati invadono i marciapiedi di Firenze, in periferia si trovano cumuli di schermi ammassati sui marciapiedi come sul viale Guidoni dove è nata una vera discarica.  

Il passaggio al nuovo segnale digitale ha dato una spinta al mercato dell'elettronica favorendo il ricambio degli apparecchi televisivi ma il rovescio della medaglia sono le segnalazioni di abbandono che rimbalzano sui social network.

Il fenomeno ha invaso la città di Firenze. Sui marciapiedi non si contano più i televisori abbandonati. In alcuni casi si tratta di apparecchi a schermo piatto ma che per ricevere i nuovi canali in alta definizione necessiterebbero di un decoder mentre in altri casi si tratta di oggetti più vecchi, fino a vere rarità come schermi a tubo catodico, più pesanti ed ingombranti.

Un recente intervento della polizia municipale è costato 1.200 euro di multa alla persona che ha abbandonato il suo apparecchio tra i cassonetti stradali. 

I collezionisti ed i rigattieri per hobby buttano l'occhio ma la maggior parte dei cittadini preferirebbe non vedere i marciapiedi occupati dai rifiuti elettronici.

Gli apparecchi televisivi abbandonati sono pericolosi e rientrano nella categoria dei rifiuti da smaltire con il conferimento presso le stazioni ecologiche o con il ritiro ingombranti.

Non mancano i cacciatori di ricambi ed i cercatori di circuiti elettrici e metalli come il rame che, spesso nottetempo, svitano ed aprono i televisori per poi lasciarne in strada i pezzi sparpagliati.

Chi ha un televisore vecchio può usufruire di un Bonus Rottamazione.

Fino al 31 Dicembre 2022 c'è uno sconto del 20 per cento, fino ad un massimo di 100 euro, sull'acquisto di un nuovo televisore.

Ma come si rottama il vecchio televisore?

Il ministero dello sviluppo economico ha spiegato che "la rottamazione può essere effettuata direttamente presso i rivenditori aderenti al Bonus Rottamazione presso cui si acquista la nuova televisione, consegnando al momento dell’acquisto la tv obsoleta e il modulo di autocertificazione con cui si attesta che il televisore è stato acquistato prima del 22 Dicembre 2018 e ne certifica l’avvenuta consegna: sarà poi il rivenditore a occuparsi del corretto smaltimento dell’apparecchio e a ottenere un credito fiscale pari allo sconto applicato all’acquirente". 

In alternativa "si può consegnare la vecchia tv direttamente in un'isola ecologica autorizzata, prima di recarsi ad acquistare la nuova. In questo caso, l’addetto del centro di raccolta RAEE deve firmare il modulo di autodichiarazione, compilato dal cittadino, che certifica l’avvenuta consegna dell’apparecchio. Con questo modulo firmato l’utente potrà recarsi nei punti vendita aderenti e fruire dello sconto sul prezzo di acquisto".

Sul sito del Centro di Coordinamento RAEE è pubblicato l'elenco pubblico delle isole ecologiche autorizzate.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Calano i contagi nella provincia di Firenze dove non sono stati registrati ulteriori decessi nelle ultime 24 ore. Sono 442 i positivi nella Asl Centro
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca