Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:06 METEO:FIRENZE20°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 27 maggio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Checco Zalone torna con un nuovo video (animato): «Sulla barca dell'oligarca»

Attualità venerdì 05 febbraio 2021 ore 16:10

Italia Nostra all'attacco del parcheggio Cestello

L'associazione affila le armi dopo la conferma di un piano di scavo per realizzare un parcheggio interrato nell'area dell'Oltrarno fiorentino



FIRENZE — Un lungo elenco di criticità, è questa la reazione di Italia Nostra al parcheggio interrato in piazza del Cestello dopo che Palazzo Vecchio ha confermato l'intenzione di voler scavare.

A chiarire la posizione dell'amministrazione è stato l'assessore Stefano Giorgetti che rispondendo ad una domanda del consigliere dell'Oltrarno Rufilli ha reso noto di aver manifestato alla Soprintendenza l'intenzione di scavare nel sottosuolo del Cestello.

La reazione di Italia Nostra non si è fatta attendere "Per le piazze storiche si deve applicare il principio del “restauro conservativo” sancito dal Codice dei beni culturali e del paesaggio del 2004, e non quello improprio della “riqualificazione”: concetto, quest’ultimo, declinato spesso, purtroppo, dalle pubbliche amministrazioni in chiave manomissiva e distruttiva rispetto ai valori identitari della città".

Inoltre Italia Nostra ha aggiunto che "la realizzazione di un parcheggio interrato nella piazza del Cestello non è scaturita dai sei incontri pubblici dedicati alla conoscenza del luogo e alle idee di prospettiva" ed ancora "I parcheggi interrati sono incompatibili con le piazze sistemate a verde, come Piazza del Cestello, e come anche Via dei Renai e Piazza dei Mozzi., sito segnalato da Giorgetti pochi giorni fa come 'adatto' ad ospitare un altro parcheggio da 150 posti auto". 

Italia Nostra ha aggiunto "Oggi si calcola in circa 4000 posti auto la capienza dei parcheggi interrati già esistenti intorno e dentro il centro storico, posti attualmente sottoutilizzati, date anche le tariffe esose applicate. Se è certamente necessaria una riorganizzazione dei parcheggi e l’eliminazione della ‘sosta selvaggia’ e abusiva che si pratica, ai danni dei residenti, nell’area del Cestello, il parcheggio interrato non è una soluzione alla riqualificazione di questa Piazza, come pure delle altre piazze storiche, tutt’altro". 

Infine “Dal punto di vista tecnico-urbanistico, infine, si ritiene sia da valutare con oculatezza l’opportunità di scavare un invaso profondo non meno di dieci metri in aree a rischio idraulico, quali sono tutte le piazze del centro fiorentino, a partire proprio da quella del Cestello e dall'altra di Via dei Renai e Piazza dei Mozzi, aree confinate dall’Arno. Chi assicura infatti, nel caso di specie, l’assenza di pericolo per le persone e i beni e l’inesistenza di un incremento dei rischi e della pericolosità idraulica al contorno, come richiesto dall’art. 2 della legge regionale 21/2012 redatta in risposta alle alluvioni disastrose in Lunigiana, legge che impedisce di fatto la nuova edificazione nelle aree a rischio idraulico elevato e contigue al letto del fiume, come appunto la piazza del Cestello e Via dei Renai-Piazza dei Mozzi?" ha concluso Italia Nostra.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La donna è stata investita nei pressi di un attraversamento pedonale. Sul posto sono intervenuti i soccorsi del 118 e la polizia municipale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Cronaca