Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 21:25 METEO:FIRENZE10°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 07 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Laura Boldrini racconta la sua malattia: «Ho scoperto per caso il tumore: è stata come un'onda anomala che mi ha travolto»

Cronaca sabato 25 novembre 2017 ore 18:45

Incinta e presa a calci denuncia il fidanzato

Una ragazza americana di 22 anni ha accusato un uomo di 36 anni di averla picchiata selvaggiamente. Lui però ha negato tutto davanti alla polizia



FIRENZE — Prima gli schiaffi poi gli spintoni per buttarla fuori dal suo negozio e infine i calci alla testa e al corpo. Questa la versione fornita dalla giovane protagonista della vicenda avvenuta ieri notte in via Guelfa, una ragazza statunitense di 22 anni. Alla polizia chiamata sul posto, la ragazza ha detto di essere al secondo mese di gravidanza, affermazione che ha fatto scattare subito il suo trasferimento d'urgenza al pronto soccorso di Careggi in codice giallo. Una volta in ospedale, però, nonostante i traumi alla testa, alle braccia e alle gambe, la 22enne se n'è andata senza farsi visitare. 

La controparte è un italiano di 36 anni che in un primo momento ha chiuso il negozio andandosene. Poi è tornato, mentre ancora gli agenti stavano ascoltando i testimoni e ha dato una versione completamente diversa dei fatti: non ha negato di aver accompagnato la ragazza fuori dal negozio ma ha anche detto che era stata lei ad aggredirlo per ragioni legate alla gelosia. In ogni caso ha assicurato di non averla picchiata. 

Ora entrambe le versioni sono al vaglio della polizia che ancora non ha preso provvedimenti. Una storia che per ora resta nel mistero ma che certo arriva non contribuisce a rasserenare gli animi nella giornata mondiale contro la violenza delle donne. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A spaventare i residenti è la cantierizzazione dei lungarni ma anche l'impatto che la nuova infrastruttura avrà sulla viabilità interna della zona
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità