comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 16:12 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 02 dicembre 2020
corriere tv
Il Senato chiude l'audio a Casini mentre sta parlando e lui non la prende bene

Attualità venerdì 30 ottobre 2020 ore 13:20

Il ricordo dell’alluvione nell'anno del Covid

La messa solenne in ricordo delle vittime sarà celebrata nella Basilica di Santa Croce, uno dei luoghi più colpiti dall'alluvione del 4 Novembre 1966



FIRENZE — Anche le celebrazioni per il 54° anniversario dell’alluvione di Firenze risentiranno delle normative per l'epidemia di Covid-19.

Il Presidente del Consiglio comunale Luca Milani ed il presidente dell’associazione Firenze Promuove Franco Mariani hanno ricordato che lunedì 2 Novembre nel corso del Consiglio comunale verranno letti i nomi delle vittime della tragedia che colpì la città e la sua provincia e verranno proiettati gli scatti di Joe Blaustein dell’alluvione, donati all’Archivio storico del Comune di Firenze.

“Nonostante l’emergenza abbiamo lavorato, in accordo con il Prefetto Lega, che ringraziamo per l’attenzione - ha dichiarato il Presidente del Consiglio Comunale Luca Milani - a fare in modo di poter tenere la commemorazione dell’alluvione e il ricordo, doveroso e sempre perenne, verso coloro che persero la vita. Grazie alla disponibilità dell’Opera di Santa Croce e del Padre Guardiano del Convento, quest’anno celebreremo la Santa Messa nella Basilica di Santa Croce, uno dei punti più colpiti della città e la cui visione, nel dicembre del 1966, sconvolse il viso di San Paolo VI quando venne in visita ai fiorentini alluvionati, il cui spirito e fierezza il Pontefice volle riconoscere pubblicamente, e a sorpresa di tutti, decorando il Gonfalone del Comune con la Medaglia d’oro del Concilio Vaticano II, unico Gonfalone, e città, in tutto il mondo a poter vantare questo onore”.

La giornata di mercoledì 4 Novembre si aprirà alle 8 presso il cimitero comunale di San Felice a Ema, al Galluzzo, quando alla presenza dei familiari, verrà deposta una corona di alloro del Comune di Firenze sulla tomba di Carlo Maggiorelli, l’operaio dell’acquedotto comunale dell’Anconella morto sul lavoro per non avere abbandonato la sorveglianza degli impianti. Alle 11 avrà luogo la Santa Messa in ricordo delle vittime che quest’anno sarà ospitata nella Basilica di Santa Croce. Il cardinale albanese Ernest Simoni, canonico onorario del capitolo della Cattedrale di Firenze, presiederà la commemorazione. Con lui concelebreranno il Padre Guardiano del Convento di Santa Croce Fra’ Paolo Bocci e il Cappellano della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze Giordano Biso. Parteciperanno come ospiti speciali i vertici della Scuola Marescialli e Brigadieri dei Carabinieri di Firenze che quest’anno festeggia i 100 anni della sua presenza a Firenze. Alle 12.45 circa, dal centro del Ponte alle Grazie seguirà, dopo la benedizione del fiume, il lancio in Arno della corona d’alloro del Comune di Firenze in memoria. A questa cerimonia la cittadinanza non potrà partecipare, nel rispetto di quanto disposto dal DPCM del 24 ottobre, ma verrà trasmessa in diretta sui canali social del Comune di Firenze.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Lavoro

Attualità