comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:00 METEO:FIRENZE15°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 24 ottobre 2020
corriere tv
«L'Aria che Tira» non va in onda, l'annuncio di Myrta Merlino: «Sto bene, ho fatto il tampone»

Attualità venerdì 19 giugno 2020 ore 11:53

Devastati nel ‘66, gli affreschi tornano nuovi

Le lunette in attesa di restauro

Al via il restauro delle sei lunette nel lato est del Chiostro Grande di Santa Maria Novella in attesa di manutenzione dall’alluvione del 1966



FIRENZE — Saranno restaurate, dopo 54 anni, le sei lunette contenute nel lato est del Chiostro grande di Santa Maria Novella, inclusi i cinque ritratti di monaci domenicani situati nella volta a crociera sotto i capitelli presenti tra le lunette e la prima lunetta d’angolo del lato sud. Le opere, spiega il Comune annunciando il restauro, furono pesantemente danneggiate durante l’alluvione del 1966

Il restauro rientra nel progetto ‘Florence I Care’ avviato nel 2011 per cercare sponsor intenzionati a finanziare le manutenzioni e il recupero di beni culturali cittadini. In questo caso il restauro sarà a cura della società Rigoni di Asiago accompagnata da Fondaco srl, spiega sempre L Vecchio. 

Entro dicembre i lavori saranno completati. L’intervento prevede il recupero della superficie pittorica, la pulitura dei depositi di inquinanti e sporcizia sedimentati negli anni e l’applicazione di nuove stuccature con la rimozione di quelle vecchie. Nel cantiere è stata installata anche una webcam per seguire i lavori, iniziati da alcuni giorni.

“In un momento difficile per tutto il settore della cultura - ha detto il sindaco Dario Nardella - fa particolarmente piacere vedere che alcune realtà private, che tra l’altro ci hanno già sostenuto in passato, hanno ancora interesse, voglia e passione nell’investire nel sostegno al nostro patrimonio artistico e culturale. Il Comune, fortemente penalizzato dalla pandemia, è lieto che possa continuare questo virtuoso rapporto tra pubblico e privato che ci consente non solo di proteggere ma di valorizzare ed esaltare i nostri monumenti”.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità