Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:FIRENZE12°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Arte lunedì 08 agosto 2016 ore 11:29

Corti aperte in Palazzo Medici Riccardi

Da mercoledì accesso gratuito al Cortile di Michelozzo ed al Giardino della Limonaia. L'inaugurazione del nuovo percorso con il sindaco Dario Nardella



FIRENZE — I cittadini di Firenze, i milioni di visitatori che raggiungono la Città del Fiore, potranno presto portare i loro passi, ed entrarvi gratuitamente, in due spazi preziosi di Palazzo Medici Riccardi. Dal 10 agosto, alla vigilia dell'anniversario della Liberazione della Città, saranno aperti il Cortile di Palazzo Medici Riccardi o "Cortile di Michelozzo" e della Limonaia o "Giardino degli Aranci", attraverso i cancelli di Via Cavour e di Via de'Ginori.

Sarà possibile per il visitatore sperimentare un nuovo percorso di intimità urbana che penetra nella dimensione ritmica del chiostro, per poi aprirsi nella geometria rigorosa del giardino all'italiana. Dalle colonne dell'armonico cortile quadrato, nelle cui pareti sono incastonate le campane con antichi reperti archeologici, al verde della Limonaia, passando sotto lo sguardo della statua di 'Orfeo e Cerbero' di Baccio Bandinelli e delle altre sculture che sorvegliano lo spazio.

Non casuale la data scelta per l'apertura, che omaggia nel Palazzo l'insediamento a Firenze del Comitato di liberazione nazionale.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia municipale ha diramato le fotografie di quattro biciclette recuperate al fine di individuarne i proprietari per la restituzione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità