comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°24° 
Domani 13°24° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 27 maggio 2020
corriere tv
«Se mi riprendi ti butto a mare»: troupe Rai minacciata con spintoni e calci sul lungomare di Bari

Attualità giovedì 15 agosto 2019 ore 16:21

Bufala a Ferragosto, vandalo presunto Michelangelo

Torna su Facebook l'immagine del profilo inciso su Palazzo Vecchio, la didascalia apre la strada alle polemiche sui vandali che imbrattano i muri



FIRENZE — "C'è un vandalo in giro che si diverte ad incidere le pietre", ma l'immagine è nota e si trova sulla parete esterna di Palazzo Vecchio, rivolta verso la Loggia dei Lanzi. "Sembra la stessa mano che ha imbrattato via Quintino Sella" qualcuno ci casca e qualcuno si diverte, il risultato è la viralità di una fake news che attira centinaia di reazioni da parte dei fiorentini in vacanza.

"Ma è un pesce d'aprile a Ferragosto?" scrive qualcuno mentre i commenti si moltiplicano ed il tenore delle frasi è talmente sibillino che si perde il confine tra chi usa l'ironia e chi ignora la vera natura dell'immagine accusando la città di trovarsi in mano a dei writer senza vergogna.

La leggenda fiorentina vuole l'opera attribuita a Michelangelo Buonarroti, scolpita con le mani dietro la schiena per burlarsi di un disturbatore oppure abbozzata al volo per imprimere sulla pietra il profilo dell'ultimo sguardo di un condannato a morte. 

Una burla degna di messer Boccaccio. Chi scopre attraverso i commenti l'origine dell'incisione si domanda come mai in tutti questi secoli nessuno abbia mai pensato di mettere sotto vetro una tale "reliquia" del Rinascimento. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità