Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE13°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 20 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Centrodestra, il vertice tra Berlusconi, Meloni e Salvini a Villa Grande

Attualità lunedì 24 maggio 2021 ore 11:02

"Un viaggio inaccessibile da Firenze a Viareggio"

Marco Becattini ha effettuato un viaggio prova da Firenze a Viareggio per valutare l'accessibilità ai disabili sui mezzi pubblici verso il mare



FIRENZE — Partenza dal Girone, alle porte di Firenze e destinazione Viareggio, passando per piazza Vittorio Veneto a Firenze e piazzale Verdi a Lucca, è il viaggio affrontato da Marco Becattini, responsabile regionale dipartimento disabilità e pari opportunità Forza Italia Toscana e Giampaolo Giannelli, responsabile regionale trasporti e lavori pubblici Forza Italia Toscana per effettuare una prova sui trasporti toscani.

Becattini e Giannelli hanno raccontato "Abbiamo segnalato, cosa indispensabile per un disabile, quali mezzi di trasporto su gomma avremmo preso e a bordo di quali treni avremmo viaggiato. Questa è la prima stortura. È impossibile, per un disabile, poter prendere all’improvviso un mezzo pubblico di trasporto extraurbano senza aver precedentemente segnalato la propria presenza. Perché pochi mezzi del trasporto su gomma sono attrezzati e il personale di supporto all’accesso ai treni deve essere avvisato per tempo. Comunque, i problemi principali li abbiamo affrontati soprattutto a terra. Piazzale Vittorio Veneto, hub fiorentino dal quale partono i bus extraurbani per le varie destinazioni, risulta avere un marciapiede totalmente inaccessibile ai disabili motori, con tutte le difficoltà del caso, anche per l'accesso a bordo".

"Piazzale Verdi a Lucca, capolinea arrivo - partenze dei mezzi, non consente in alcun modo ai disabili di poter accedere ad un marciapiede. I malcapitati devono infatti muoversi in mezzo di strada (nel senso letterale del termine) rischiando la propria incolumità, per recarsi nel centro della città. Tanto a piazza V. Veneto a Firenze, quanto a Lucca e Forte dei Marmi, abbiamo purtroppo notato l’assenza di segnalatori sonori per i disabili della vista. A Viareggio questi ci sono, ma la città costiera, purtroppo, merita un discorso a parte, in negativo, per la situazione incredibile dei marciapiedi, un vero calvario per i disabili e bizzarre scelte architettoniche che li costringono a vere gimkane. Ringraziamo il coordinatore comunale di Forza Italia, Marco Tedeschi, incontrato a Viareggio, che ci ha accompagnato nel faticoso percorso cittadino".

"Nel viaggio di ritorno ci siamo confrontati con la Senatrice Azzurra Barbara Masini, che ringraziamo, alla quale abbiamo raccontato le varie peripezie e che ci ha promesso supporto e sostegno. Chiudiamo con una nota sul personale: gentile e disponibile, ma in alcuni casi, in particolare per quanto riguarda l'accesso ai mezzi su gomma, non sufficientemente esperto e formato per poter posizionare il disabile in modo corretto e sicuro nel suo viaggio. Una giornata tipo per un disabile; un giorno di ordinaria difficoltà”.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La rimozione dell'insegna rappresenta la fine di un'epoca per generazioni di autisti e per i fiorentini che sono cresciuti a bordo degli autobus
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Lavoro

Cronaca