Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE22°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«È la mia ragazza», il coming out di Lucilla Boari

Arte lunedì 04 giugno 2018 ore 12:10

Uffizi, un'unica sala per Michelangelo e Raffaello

Il Tondo Doni del Buonarroti e la Madonna del cardellino e altri dipinti di Raffaello sono stati ricollocati in un'unica sala



FIRENZE — Presentazione ufficiale della nuova sala della galleria degli Uffizi in cui il celebre Tondo Doni di Michelangelo Buonarroti è collocato insieme alle opere della collezione del museo dipinte da Raffaello, fra le quali anche la famosissima Madonna del Cardellino, i ritratti di Guidobaldo da Montefeltro ed Elisabetta Gonzaga, di Angelo e Maddalena Doni e il San Giovannino.

Sulle pareti grigie della nuova sala tre opere di Fra Bartolomeo, la grande Visione di San Bernardo, Porzia e il dittico dell''Annunciazione, e scutura ellenistica, l'Alessandro morente. 

"Abbiamo concentrato undici vere e proprie bombe della storia dell''arte in questa nuova sala -ha spiegato il direttore degli Uffizi Eike Schmidt - sono tutti capolavori, che abbiamo tolto da punti della galleria dove, per varie ragioni, non avevano la visibilità che meritavano affinchè insieme, con la loro incredibile forza espressiva, potessero simboleggiare e celebrare la gloria del primo decennio del Cinquecento". 

Il 9 Luglio invece aprirà i battenti al pubblico la nuova sala dedicata a Leonardo da Vinci, con l'adorazione dei Magi, l'Annunciazione e il Battesimo.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo ormai senza vita rinvenuto la notte scorsa nei pressi degli orti sociali è di un uomo che era privo di documenti. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Lavoro

CORONAVIRUS

Attualità

Attualità