Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 06:15 METEO:FIRENZE20°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 25 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Biden: «Oggi è un giorno triste, a rischio salute delle donne»

Attualità lunedì 28 marzo 2022 ore 16:35

A 10 anni dalla Via si vede la cassa di espansione

La Valutazione di impatto ambientale è del 2012. L'opera è strategica per ridurre il rischio alluvioni tra Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino



SIGNA — Sopralluogo stamani alla cassa di espansione dei Renai di Signa alle porte di Firenze, una delle opere strategiche per ridurre il rischio alluvioni non solo a Signa, ma in un’ampia porzione di territorio che comprende anche Firenze, Campi Bisenzio e Sesto Fiorentino.

Presente il sindaco di Signa, Giampiero Fossi e la direzione dei lavori del Genio Civile Valdarno Centrale della direzione difesa del suolo della Regione Toscana.

La consegna del cantiere è avvenuta a Febbraio 2021 e prevede 2 anni e 10 mesi di lavori per 13 milioni di euro.

La cassa d'espansione dei Renai, integrata all'interno del Parco dei Renai sia dal punto di vista ambientale che paesaggistico, insiste su un’area di 195 ettari per un volume massimo di invaso stimato in 11.080.000 metri cubi. La presa dell’opera idraulica si colloca nel tratto terminale del Bisenzio, dove quest'ultimo confluisce nell'Arno e ne risente prevalentemente del rigurgito.

La lunga strada burocratica verso la cassa di espansione.

Negli anni 2000 rientra tra le opere finalizzate alla mitigazione del rischio idraulico, nel Piano di Bacino del Fiume Arno-Stralcio Rischio Idraulico. Dopo un complesso iter, nel Luglio 2012 si è conclusa la Valutazione di impatto ambientale, la quale, in considerazione della dovuta attenzione al contesto territoriale, ambientale, sociale e economico interessato, ha previsto la necessità di indagini ambientali. 

Nel 2014 è stato approvato il progetto esecutivo ed indetta la gara di appalto. Le analisi ambientali hanno rilevato la presenza di inquinanti, con la conseguente necessità di provvedere alla bonifica la cui certificazione è arrivata il 31 Luglio 2020

Il 1 Ottobre 2020 è stato firmato il contratto con l’impresa appaltatrice; il 4 Febbraio 2021 la consegna dei lavori, che hanno una durata prevista di 1035 giorni, cioè circa 2 anni e 10 mesi.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Ecco come seguire la diretta video in televisione e streaming della finale del Calcio Storico Fiorentino tra Azzurri e Rossi da piazza Santa Croce
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Adolfo Santoro

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Lavoro