Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:15 METEO:FIRENZE23°41°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 27 giugno 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Unione europea, perché l'unanimità non funziona: la strategia del ricatto

Attualità lunedì 02 maggio 2022 ore 17:10

Mobilità tra Pisa, Livorno, Lucca e Firenze, accordo su 24 punti

Un treno in circolazione tra Pisa e Livorno

Messi nero su bianco dai quattro Comuni toscani tutti gli obiettivi per sviluppare un "Piano della Mobilità Sostenibile di Area Vasta e Metropolitana"



PISA — Si è tramutato in un accordo di collaborazione tra amministrazioni comunali il già noto "patto" fra le amministrazioni comunali di Pisa, Livorno, Lucca e Firenze, volto a sviluppare un "Piano della Mobilità Sostenibile di Area Vasta e Metropolitana". Al centro dell'accordo ci sono i collegamenti veloci su ferro, con una sorta di FiPiLi ferroviaria che raggiunga anche Lucca, i collegamenti intermodali tra aeroporti, treni, tram, bus, bici e vie d'acqua, per una riduzione del traffico su gomma di persone e merci tra la costa e il capoluogo toscano.

L'accordo prevede la costituzione di un gruppo di lavoro tecnico e politico, coordinato dagli assessori alla mobilità dei quattro Comuni, per la predisposizione del Piano della Mobilità Sostenibile di Area Vasta e Metropolitana, estendendo le forme di collaborazione istituzionale agli altri comuni interessati, alla Regione Toscana, nonché al Governo.

"L'accordo non ha effetti di variante alla strumentazione urbanistica e pianificatoria vigente - viene specificato -: gli Enti sottoscrittori si impegnano nella propria autonomia amministrativa ad avviare studi per verificare l'adeguatezza dei progetti/interventi alle norme, strumenti e leggi urbanistici e pianificatori comunali e sovracomunali, e/o predisporre eventuali varianti ai suddetti strumenti comunali con l’obiettivo di pervenire ad un coordinamento complessivo della pianificazione dell’area interessata".

Di seguito, tutti e 24 gli obiettivi fissati con questo accordo per la mobilità fra Pisa, Livorno, Lucca e Firenze.

- promozione di un sistema ferroviario metropolitano caratterizzato da un collegamento rapido fra i centri maggiori concepiti come hub intermodali con connessioni con i centri minori; in tal senso saranno prioritarie la promozione del collegamento ferroviario veloce tra Pisa e Firenze in modo da avvicinare la costa al nodo ferroviario dell'alta velocità di Firenze ed il completamento del raddoppio ferroviario del collegamento Firenze-Viareggio, lo scavalco di bivio Mortellini per aumentare i livelli di accessibilità verso Firenze, lo scavalco della Tirrenica per raccordare il Porto di Livorno con l'interporto di Guasticce;

- completamento del sistema AV del nodo di Firenze, con il conseguente collegamento people-mover fra la Stazione di Santa Maria Novella e la nuova Stazione AV Belfiore;

- realizzazione delle nuove fermate ferroviarie di Circondaria e Guidoni nell’area metropolitana di Firenze, anche al fine di completare l’intermodalità treno-tram e favorire l’accessibilità della stazione AV (tramite fermata Circondaria) per coloro che utilizzano la direttrice Livorno-Pisa-Firenze;

- pianificazione di un sistema di trasporto rapido di massa su ferro che connetta Livorno-Pisa-Lucca e le loro aree urbane, con il porto croceristico di Livorno e l’aereoporto di Pisa, anche in rapporto con il raddoppio della ferrovia tra Firenze e Lucca e con l'eventuale Fi-Pi-Li ferroviaria;

- pianificazione di un sistema di trasporto rapido di massa su ferro che connetta l’Aeroporto di Firenze con l’area sud-est di Prato (Peretola-Pecci);

- realizzazione di sistemi di limitazione del traffico e delle emissioni nelle aree densamente urbanizzate a partire dallo Scudo Verde della città di Firenze;

- completamento delle ciclovie con ultimazione della superstrada ciclabile Firenze-Prato e della ciclovia Tirrenica da collegare alla ciclopista dell'Arno e alla ciclovia del Sole (Firenze-Verona); connessione con la ciclopista del Serchio “Puccini” e con la greenway Lucca-Pontedera; pianificazione di infrastrutture di servizio e di ricettività degli utenti;

- promozione dell’intermodalità verso il modo bici, attraverso l’ampliamento delle ciclostazioni sulla rete ferroviaria ed il collegamento dei parcheggi scambiatori con il sistema delle piste ciclabili; pianificazione coordinata e condivisa di aree multifunzionali collocate lungo le principali direttrici di accesso ai maggiori centri urbani e finalizzate a favorire l'interscambio fra mezzi di trasporto, l'utilizzo di mezzi pubblici e di piste ciclabili, ecc.;

- potenziamento delle infrastrutture di ricarica elettrica per i mezzi su gomma e transizione verso modalità di alimentazione sostenibile del parco mezzi TPL;

- promozione della centralità del nodo portuale di Livorno in collegamento con l'interporto e con i poli industriali lucchesi e con il canale dei Navicelli, nell'ambito del più generale quadro di collegamenti europei della rete Ten-T; finanziamento del progetto Raccordo; miglioramento della viabilità di cintura portuale con separazione dei flussi privato e commerciale;

- sostegno condiviso ai progetti di sviluppo dei due scali aereoportuali Galilei e Peretola in una visione integrata e complementare, facendo leva sulla operante Società Unica di Gestione, e perseguendo i piani di investimenti sui due scali;

- attivazione della rete a nodi di interscambio per il TPL extraurbano gravitante su Firenze con particolare riferimento ai nodi affacciati verso l’Area Vasta e raggiunti dal sistema tramviario (Villa Costanza, Guidoni, Indiano, Osmannoro, Ponte a Greve);

- implementazione di sistemi smart di assistenza e gestione dei flussi veicolari a supporto dell'intemodalità (infomobilità, gestioni intelligenti di accesso alle aree a ridotto traffico veicolare e dei parcheggi di interscambio); infrastrutturazione digitale di tutte le connessioni ferroviarie e viarie dell'area interessata;

- promozione delle misure finalizzate a garantire l'accessibilità inclusiva a tutti i sistemi di trasporto; definizione di un "alfabeto comune" e di standard condivisi per le azioni finalizzate al miglioramento delle condizioni di accessibilità ai centri storici in un'ottica di coesione e sostenibilità come da proposte del PNRR;

- promozione di standard ottimizzati di accessibilità al trasporto pubblico e a tutte le infrastrutture per la mobilità;

- implementazione e valorizzazione delle vie d'acqua e dei canali navigabili, anche considerando l'intermodalità degli stessi con ciclovie e ferrovie;

- potenziamento del sistema dei parcheggi scambiatori sia nelle stazioni ferroviarie di partenza dei flussi pendolari che sui terminali della rete portante del trasporto pubblico urbano tram-bus-treno, anche con riferimento alla progettazione in corso del terminal bus alla stazione di Lucca; il tutto rafforzato da una integrazione tariffaria universale tra le città per favorire la multimodalità tra mobilità dolce, sharing urbano (micro elettrico, car e bike sharing) e reti urbane;

- introduzione di strumenti condivisi di mobility as a service e di accordi di integrazione tariffaria multimodale per facilitare l’accesso ai servizi di mobilità e sosta disponibili sul territorio di interesse;

- potenziamento e razionalizzazione della gestione della FI-PI-LI con la disponibilità a verificare il progetto regionale di Società Toscana Autostrade, individuando un accordo con le Province di Pisa, Livorno e la Città metropolitana di Firenze, per valorizzare questa arteria a favore del traffico pendolare senza pedaggio, con l'obiettivo di spostare il traffico commerciale pesante sull'asse autostradale A 11 e sul trasporto ferroviario;

- analisi della logistica nell’area vasta e metropolitana, con l’obiettivo di ridurre l’impatto del trasporto su gomma sulle principali vie di collegamento e sulla viabilità dei centri maggiori;

- implementazione e condivisione di soluzioni per la logistica dell’ultimo miglio volte a ridurre l’impatto della gestione delle merci nei centri storici delle città;

- implementazione di soluzioni per la regolamentazione dei flussi turistici su gomma originati dal porto di Livorno e diretti verso le città d’arte;

- accelerazione dei progetti di autostrade per l'Italia ASPI relativi alla A11 Firenze-Lucca a cominciare dalla terza corsia del tratto Firenze-Pistoia, alla realizzazione dello svincolo autostradale Firenze Peretola ed allo studio di fattibilità dello svincolo di Lucca (parte est Mugnano) anche in relazione al collegamento del previsto asse nord-sud per la velocizzazione dei trasporti nelle aree interne ed il miglior collegamento tra l'autostrada Sestri Levante-Livorno e la prevista tangenziale nord est di Pisa, con la realizzazione di un nuovo svincolo;

- completamento del corridoio tirrenico compresa la realizzazione del Lotto Zero, e contemporaneo miglioramento degli standard di sicurezza della variante Aurelia nel tratto urbano di Livorno con realizzazione di corsia di emergenza, infomobilità ed ITS, con svincolo diretto su cerniera di mobilita presso la stazione ferroviaria di Livorno, per favorire la multimodalità.

I Comuni firmatari si impegnano a individuare propri referenti tecnici al fine di costituire equipe di progetto multidisciplinari, anche con eventuali apporti di professionalità esterne. L'accordo ha una durata sperimentale di 36 mesi e potrà essere rinnovato su proposta delle parti, con preavviso di almeno un mese prima della scadenza. "Le parti hanno la più ampia facoltà di risolvere il presente accordo in qualsiasi momento per motivazioni oggettive e comprovabili, e/o per mancato rispetto da parte del partner degli accordi contenuti nel presente atto".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio sull'autovettura è divampato lungo la superstrada Firenze Pisa Livorno. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco da Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca