QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10°10° 
Domani 8° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 12 novembre 2019

Attualità giovedì 30 giugno 2016 ore 14:15

Inflazione in frenata a Firenze

In diminuzione i prezzi degli alberghi mentre aumentano carburanti, trasporti e alimentari. Il carrello della spesa costa di più rispetto a maggio



FIRENZE — I dati sono un'anticipazione dei risultati del calcolo dell'inflazione a Firenze per il mese di giugno 2016, effettuati dall'ufficio comunale di statistica.

La rilevazione si è svolta dal 1 al 21 del mese di giugno su oltre 900 punti vendita, anche fuori dal territorio comunale,  appartenenti sia alla grande distribuzione che a quella tradizionale, per un totale dii 11.000 prezzi degli oltre 900 prodotti compresi nel paniere.

La variazione mensile è +0,1%, mentre a maggio era +0,9%. La variazione annuale è -0,6% mentre a maggio era -0,4%. A contribuire a questo dato rispetto al mese precedente sono state principalmente le divisioni servizi ricettivi e ristorazione, i trasporti, i prodotti alimentari e le bevande analcoliche e acqua, energia elettrica, gas e altri combustibili. 

In calo i prezzi dei servizi di alloggio (-1,6% rispetto al mese precedente e -8,4% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente).

Sul fronte trasporti sono in aumento i carburanti e i lubrificanti per mezzi di trasporto privati (+2,6% rispetto al mese precedente ma -9,7% rispetto a un anno fa), il trasporto passeggeri su rotaia (+0,3% rispetto al mese precedente, +3,4% rispetto all’anno precedente) e il trasporto aereo passeggeri (+2,2% rispetto a maggio 2016 e -6,0% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente). 

Per quanto riguarda i costi di abitazione, è in aumento la spesa per la raccolta rifiuti (+2,7% rispetto al mese precedente) e per il gasolio per riscaldamento (+2,6% rispetto a maggio 2016).

In incremento i prrezzi di pane e cereali (+0,2% su base mensile), delle carni (+1,0% rispetto a maggio 2016) e dei pesci e prodotti ittici (+2,7% rispetto al mese precedente). In controtendenza i prezzi di latte, formaggi e uova (-0,3% su base mensile), frutta (-0,2% rispetto al mese precedente) e dei vegetali ( 1,2% rispetto a maggio 2016). 

Per quanto riguarda il carrello della spesa, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza dai consumatori sono aumentati di +0,4% rispetto al mese precedente. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente sono diminuiti di -0,7%.



Tag

Depistaggi Cucchi, parte civile su astensione giudice: «Questione di opportunità»

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca

Attualità