Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 07:00 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 23 gennaio 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Remuzzi:«Le cure domiciliari non sono un'alternativa al vaccino»

Attualità venerdì 27 ottobre 2017 ore 17:56

Una targa per Piero Calamandrei a Palazzo Vecchio

Omaggio al costituente, accademico e giurista a completamento dell'epigrafe con le parole pronunciate dopo la Liberazione di Firenze



FIRENZE — La nuova targa è stata apposta sulla facciata di Palazzo Vecchio che dà su via dei Gondi in occasione dei 70 anni dell'approvazione della Costituzione Italiana. "Le parole di Piero Calamandrei fissate nel tempo in questa epigrafe apposta dopo la liberazione di Firenze costituiscono oggi come allora un monumento ai valori della resistenza e della libertà", vi si legge. Il riferimento è alla frase dello stesso Calamandrei: “Dall'11 agosto 1944: Non donata ma riconquistata a prezzo di rovine, di torture, di sangue. La libertà sola ministra di giustizia sociale per insurrezione di popolo per vittoria degli eserciti alleati. In questo palazzo dei Padri più alto sulle macerie dei ponti ha ripreso stanza nei secoli”.

Alla cerimonia di scopertura della targa erano presenti tra gli altri, oltre al sindaco Dario Nardella, il presidente del Consiglio regionale Eugenio Giani e Silvia Calamandrei, nipote di Piero Calamandrei.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio, sviluppatosi nella tarda mattinata, ha coinvolto un fabbricato e in particolare la copertura. Sul posto i vigili del fuoco
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità