comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:30 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 04 dicembre 2020
Tutti i titoli:
corriere tv
Covid, Conte: «Da subito attivo il piano ‘Italia cashless' per gli acquisti con carte, ma non online»

Attualità lunedì 27 novembre 2017 ore 19:35

Tramvia che caos e la rotatoria riapre

Traffico paralizzato alla stazione subito dopo il via al nuovo assetto dei cantieri. Retromarcia di Palazzo Vecchio. Opposizioni all'attacco



FIRENZE — A comunicare la retromarcia provvisoria sul nuovo assetto della viabilità alla stazione è stato l'assessore comunale alla mobilità Stefano Giorgetti. Nei giorni scorsi, infatti, era stato annunciato per oggi il via all'ultima rivoluzione del traffico per il rush finale dei cantieri ma stamattina dopo poco la circolazione è andata in tilt. "La modifica del cantiere in piazza Stazione avviata questa mattina ha creato problemi alla circolazione, in particolare come temevamo in corrispondenza dell'intersezione di piazza Adua - ha detto Giorgetti - Per questo abbiamo immediatamente convocato l'impresa per apportare alcune modifiche già nei prossimi giorni e nel frattempo è stata riaperta la rotatoria". Rotatoria che è stata riaperta dopo pranzo ma con il proposito di realizzare degli "aggiustamenti" per poi di nuovo chiudere la strada: tra le ipotesi c'è la riduzione di alcune aree di cantiere. 

Domani è già stata convocata una riunione con la Città Metropolitana, ha detto l'assessore. Ora però al grattacapo della gestione del traffico si unisce il fuoco di polemiche arrivato dalle forze di opposizione. "Mi chiedo se a Palazzo Vecchio non ci siano dei dilettanti allo sbaraglio - ha attaccato il coordinatore fiorentino di Forza Italia Marco Stella - Altrimenti riesce difficile spiegarsi quel che è accaduto oggi a Firenze, con il traffico paralizzato a seguito della chiusura della rotatoria della stazione, e la sua riapertura dopo alcune ore, quando le proteste di cittadini, autisti dei bus e tassisti hanno obbligato il Comune a una precipitosa retromarcia".

Sul caos attorno alla stazione è entrata di punta anche la Faisa-Cifal di Ataf: "Al peggio non c''è mai fine". "I primi effetti sono già tangibili (ne menzioniamo ''solo'' due) - spiega il sindacato in una nota - linea 6 che impiega 40 minuti per attraversare la zona Stazione e la linea 14 che passa i 50' fra una fermata e l'altra! E meno male che le condizioni meteo sono favorevoli, cosa sarebbe successo in presenza di maltempo e pioggia?". Molto critici da subito anche i tassisti: "Arrivare in centro in taxi è impossibile, la zona della stazione è off limits, per fare un chilometro si impiega un'ora. Per prevenire le solite polemiche, informiamo clientela e cittadinanza che le nostre auto non riescono ad arrivare nella zona della stazione centrale per motivi indipendenti dalla nostra volontà".



Tag

Programmazione Cinema Farmacie di turno


Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Sport

Attualità