Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:55 METEO:FIRENZE18°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 19 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Ardea, la madre del killer Pignani: «Come si può arrivare a tanta ferocia? Il gesto di mio figlio non può essere giustificato»

Attualità mercoledì 26 agosto 2020 ore 19:25

Scuole no Covid, modifiche per creare nuove aule

Sono in corso i lavori di adeguamento previsti per garantire il distanziamento sociale degli alunni fiorentini per il rientro a scuola in presenza



FIRENZE — Cantieri ancora aperti nelle scuole primarie e secondarie di primo grado fiorentine per la ripartenza delle lezioni in sicurezza.

"Il 14 settembre tutti in classe!" ha esclamato il sindaco di Firenze durante il sopralluogo compiuto su alcuni dei cantieri. "Abbiamo mantenuto l’impegno di adeguare le scuole alle nuove norme post Covid-19 con un investimento di 1.250.000 euro e lavori durante tutta l’estate".

I cantieri sono stati aperti a fine Luglio per ampliamento e ristrutturazione degli interni. Un lavoro che ha coinvolto 80 scuole, facenti parte dei 24 istituti comprensivi di Firenze, per adeguare gli ambienti al distanziamento e alle norme anticontagio necessari al rientro in classe. 

Sono stati cercati dentro le scuole spazi capienti per creare classi aggiuntive, escludendo refettori e palestre che continueranno a svolgere la loro funzione "Senza stanze aggiuntive da trasformare in aule - ha spiegato Palazzo Vecchio- si è pensato di spostare le classi più numerose nelle aule più grandi e quelle meno numerose nelle più piccole. In alternativa alcune classi potranno essere accorpate ad eventuali stanze limitrofe che non avevano destinazione didattica come sgabuzzini, ripostigli, depositi, magazzini. Come soluzione ultima le classi verranno spostate all’interno di un’altra scuola dello stesso istituto comprensivo, ad esempio alcune le classi della Marconi vengono spostate nella scuola Rosai; dalla Barsanti si spostano alcune aule usate per i centri di alfabetizzazione alla scuola De Filippo, dello stesso comprensivo".

Le scuole dove sono risultati necessari gli interventi d’adeguamento più importanti sono la Masaccio, la Ghiberti, la Marconi e la Montagnola.

Per quanto riguarda l’accesso e l'uscita degli alunni, dove la scuola disponga di più entrate, "verranno utilizzate, assieme al criterio degli ingressi scaglionati, per evitare assembramenti di alunni ed accompagnatori".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'episodio è avvenuto ai giardini della Fortezza da Basso. A finire denunciato un giovane di 23 anni che è stato sedato e trasportato in ospedale
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Arte

Attualità

Attualità