comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 23°37° 
Domani 21°36° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 09 agosto 2020
corriere tv
Migranti e rotta balcanica: ecco i confini sguarniti tra Italia e Slovenia dove ogni notte passano a piedi centinaia di invisibili

Attualità venerdì 12 giugno 2020 ore 16:55

"Sconcertati per il ricorso di Italia Nostra"

Il ricorso presentato al Consiglio di Stato include una richiesta di sospensiva che ha scatenato le polemiche tra i banchi di Palazzo Vecchio



FIRENZE — Italia Nostra ha fatto ricorso al Consiglio di Stato contro la decisione del Tar della Toscana che per due volte ha convalidato la validità della variante al Regolamento Urbanistico del Comune di Firenze.

Apprendiamo con sconcerto del nuovo ricorso di Italia Nostra - hanno commentato il sindaco Dario Nardella e l’assessore all'Urbanistica, Cecilia Del Re - Come sempre siamo pronti a difenderci nelle sedi opportune. Siamo convinti che la variante impugnata, come riconosciuto per ben due volte dal Tar Toscana, abbia come fine proprio quello della tutela del patrimonio edilizio storico, e illustreremo di nuovo le nostre ragioni anche al Consiglio di Stato, supportati dalla giurisprudenza formatasi sul tema che ha indotto l’amministrazione ad adottarla. Peraltro, nonostante la vittoria dello scorso Dicembre, a Febbraio scorso abbiamo siglato un accordo di ricerca con l’Università di Firenze, Dipartimento di Architettura, per approfondire la tematica del patrimonio edilizio storico all’interno del nuovo Piano operativo perché solo quella può essere la sede per affrontare questa discussione". "A causa della pandemia - hanno aggiunto - l’inizio del percorso di partecipazione per l’adozione del nuovo piano è slittato a Settembre; prendiamo dunque atto che Italia Nostra invece di partecipare insieme ai cittadini, agli ordini e alle altre associazioni a questo percorso ha deciso ancora di ricorrere ai Tribunali, continuando peraltro a mischiare temi - come quello delle locazioni turistiche - che con questa variante non hanno nulla a che fare. Il momento poi in cui arriva questo ennesimo atto - già di grave incertezza e crisi che tutto il mondo sta vivendo - palesa l’assoluta lontananza verso la nostra città e comunità e il solo interesse a ricoprire un protagonismo agli occhi dell’opinione pubblica”.

Il presidente dell'Ordine degli Architetti di Firenze, Duilio Senesi, ha commentato “Adesso il rischio di un ulteriore fermo. Due idee di città si contrappongono, proprio la cristallizzazione e il rifiuto di ogni innovazione hanno reso nei decenni trascorsi la città difficile da vivere, contribuendo alla perdita di residenza e attività produttive”. Giancarlo Fianchisti, presidente dell'Ordine degli Ingegneri di Firenze ha detto Ci pare che Italia Nostra stia commettendo un grave autogol. Il blocco dell'edilizia a Firenze significa infatti non solo il blocco di moltissime attività economiche e quindi la perdita di ulteriori posti di lavoro ma soprattutto significa impedire l'effettiva fruibilità del patrimonio immobiliare della nostra città e l'adeguamento ecologico e ambientalmente sostenibile delle abitazioni del centro storico”.

“Come Italia Nostra sa meglio di noi infatti anche negli edifici più vecchi e addirittura quelli di valore storico e architettonico possono essere compiuti vari interventi di adeguamento e di miglioramento dal punto di vista energetico che ne consentono una riduzione dell’impatto ambientale. Poter intervenire sugli edifici nel centro di Firenze, grazie anche alle nuove tecnologie, significa non solo tutelare i beni artistici e architettonici della nostra città ma significa anche migliorare l'ambiente e quindi la qualità della vita di tutti i fiorentini e di tutti i turisti che vengono a Firenze. Dire no a questa occasione non solo economica ma anche ambientale ci sembra un atteggiamento autolesionistico che non aiuta la ripresa né economica né ecologica della nostra città in un momento in cui ripartire bene e velocemente è fondamentale. Del resto anche le nuove normative prevedono che il bonus per l'edilizia sia strettamente legato al miglioramento dell'efficienza energetica degli immobili e all'ampliamento della loro sicurezza sismica ed uno stop in questo momento significa rinunciare alle incentivazioni promosse dal Governo.”

Tra le repliche politiche da Palazzo Vecchio “Il ricorso di Italia Nostra era discutibile un anno fa, e ancor di più in questa fase di profonda crisi" hanno commentato i consiglieri Marco Del Panta, Mimma Dardano e Maria Grazia Monti ed ancora "Il ricorso di Italia Nostra è una mazzata su Firenze" hanno esclamato l'On. Erica Mazzetti di Forza Italia insieme al capogruppo a Palazzo Vecchio Jacopo Cellai. “Ci amareggia e ci lascia negativamente stupiti il nuovo ricorso dell’associazione Italia Nostra contro la variante urbanistica, dopo peraltro la doppia bocciatura da parte del Tar della Toscana. Un’iniziativa che stentiamo a comprendere" hanno detto Benedetta Albanese, vicecapogruppo Pd e Renzo Pampaloni, consigliere comunale Pd e presidente della Commissione Urbanistica. "Su Italia Nostra rifiutiamo di esprimerci nel merito del ricorso. Perché non è questo che viene loro contestato. La Giunta e la maggioranza scelgono di mettere in discussione, dall'alto verso il basso, una scelta evidentemente lecita, altrimenti non sarebbe stato loro permesso di fare ricorso. Leggeremo tutta la documentazione e se ci sarà un confronto con l'Associazione ci confronteremo nel merito delle loro decisioni" hanno detto i consiglieri di Sinistra Progetto Comune, Antonella Bundu e Dmitrj Palagi..



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità