Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 14:00 METEO:FIRENZE10°20°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 17 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Accesa a Olimpia la torcia olimpica: inizia il viaggio verso l’inaugurazione di Parigi 2024

Cronaca giovedì 19 gennaio 2017 ore 13:41

Quattro colpi in una notte, dietro la stessa mano

Catena di rapine e furti inanellati in serie nelle vie del centro storico. Tutte le vittime hanno descritto lo stesso malvivente



FIRENZE — La prima a essere presa di mira, intorno alle 23.30, è stata una donna che si è vista strappare di mano il cellulare mentre camminava in via Palazzuolo. Poi, verso mezzanotte, è toccato a un giovane di 27 anni che passeggiava in via Nazionale: anche lui il malvivente ha strappato lo smartphone di tasca dopo averlo strattonato. 

Poi un intervallo di qualche ora e, alle 4.45, un 33enne del Bangladesh è stato aggedito in via Calzaiuoli. In questo caso la vittima è stata colpita con calci e pugni al volto. L'aggressore gli ha portato via 700 euro in contanti, oltre al cellulare. Alla fine, poco prima delle 6, in piazza della Repubblica, una giovane è stata derubata del telefono. 

Sulla catena di colpi ora indaga la polizia che ha raccolto le testimonianze di tutte le vittime. Le descrizioni hanno portato all'identikit di una stessa persona: un uomo alto, di origine nordafricana, vestito con cappuccio e jeans.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Due uomini di 23 e 27 anni rintracciati al pronto soccorso dopo il tafferuglio. Sono stati denunciati per lesioni personali aggravate
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cultura

Cronaca

Attualità

Cronaca