Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 09:30 METEO:FIRENZE8°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità martedì 16 giugno 2020 ore 13:30

Protesta dei precari che hanno perso la pazienza

La rappresentanza sindacale di base ha manifestato per chiedere la stabilizzazione dei precari ed una moratoria sulle bollette e sugli sfratti



FIRENZE — Mobilitazione questa mattina della rappresentanza sindacale di base che si è radunata a Firenze in piazza Duomo, davanti alla sede della giunta regionale. Tra le richieste avanzate dai manifestanti la stabilizzazione dei lavoratori precari ed una moratoria sugli sfratti e sulle bollette.

Ad aprire il corteo uno striscione "La pazienza è finita". "Una misura universale di reddito che salvaguardi milioni di lavoratori è sempre più pressante, eppure la gran parte delle risorse stanziate dai decreti governativi sono state concentrate sulle grandi imprese" hanno detto i manifestanti.

"La crisi sanitaria - hanno aggiunto - ha fatto venire alla luce l'estrema vulnerabilità della popolazione che da anni vive di redditi precari e che si è trovata fin da subito completamente sprovvista di forme di tutela del reddito. I provvedimenti del governo hanno coperto solo in piccola parte chi lavora con contratti precari. Da metà Giugno però anche chi ha potuto godere di un ammortizzatore sociale come la Cig o il Fis si ritroverà completamente scoperto, perché le 14 settimane previste saranno terminate, mentre si avvicina la data in cui le imprese potranno tornare a licenziare".

Inoltre "Niente è stato previsto per tariffe e bollette per i cittadini come invece è stato fatto per le imprese. Nessun provvedimento strutturale per quanto riguarda le politiche abitative e in generale a favore di quei lavoratori che, a causa della crisi, hanno avuto difficoltà per pagare mutui e affitti. Anche in questo caso tra una manciata di settimane scadrà il blocco delle esecuzioni di sfratto, cosa succederà dopo è facilmente intuibile".

Le richieste "Misure economiche certe per tutta la durata della crisi, nessuna deroga ai contratti nazionali ma, al contrario, una campagna per la stabilizzazione dei lavoratori precari, intermittenti impiegati in tutti i settori della nostra economia, apertura di un tavolo di confronto per affrontare le problematiche dei lavoratori e delle lavoratrici maggiormente colpiti dalla crisi come gli stagionali, i lavoratori del turismo, delle mense e della ristorazione, i dipendenti del settore spettacolo e cultura, il personale in appalto dei servizi educativi e sociali, molti dei quali oltre ad aver avuto una notevole perdita del reddito ora patiranno anche la sospensione estiva, una moratoria sugli sfratti e sulle bollette".

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato in piena notte nell'appartamento al terzo piano, coinvolgendo anche quello al piano superiore. Entrambi sono inagibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Attualità

Attualità