Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:30 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 12 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Quando Calenda diceva: «Non farò politica con Renzi, l'ho detto 6 mila volte. Mi fa orrore»

Attualità lunedì 08 giugno 2020 ore 12:22

Sciopero della scuola davanti ai plessi fiorentini

Per garantire la riapertura a Settembre i sindacati si sono dati appuntamento ai cancelli degli istituti per una protesta diffusa e condivisa



FIRENZE — Sciopero della scuola oggi, Lunedì 8 Giugno, da Bagno a Ripoli con il presidio davanti all’ISIS Gobetti Volta i sindacati Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola Rua, Snals Confsal, Gilda Unams di Firenze hanno spiegato le motivazioni della protesta. Lo sciopero della scuola è stato contraddistinto dall'hashtag #tornoascuola

Le ragioni dello sciopero, condiviso a livello nazionale e proclamato dalle cinque sigle sindacali, mettono al centro il rischio dei tagli alle classi anche nel fiorentino ma gli insegnanti hanno avanzato anche proposte economiche per riaprire le scuole in sicurezza a Settembre.

"Dall’avvio dell’emergenza Covid tutto il mondo della scuola ha richiesto più e più volte di fare il massimo per tornare a scuola in sicurezza: aumentare gli organici di docenti e Ata e ridurre le “classi pollaio”, assumere in ruolo fin dal 1° Settembre i precari storici che insegnano da anni, assicurare tutte le disposizioni di sicurezza per lavoratori e alunni. Niente di tutto ciò è stato messo in campo dal Governo" hanno sottolineato i sindacati aggiungendo "La Ministra Azzolina, ben lungi dall’assicurare organico in più, aveva tuttavia affermato che il numero di docenti e Ata sarebbe rimasto lo stesso, nonostante il calo degli alunni, così da garantire almeno un rapporto più alto tra docenti e alunni. Ebbene: in base ai dati al momento in nostro possesso tale affermazione è falsa. Ad esempio: a causa del minor numero di docenti assegnati dal Ministero per il calo degli alunni, nella provincia di Firenze ci saranno 35 classi in meno (meno 13 infanzia, meno 12 primaria, +11 secondaria di primo grado, meno 21 secondaria secondo grado) e circa 35 docenti in meno. Capitolo Ata: il Ministero non ha parlato di aumentare gli organici, invece sarebbe fondamentale farlo alla luce della necessità anti covid". 

Tra le proposte per la riapertura "un piano straordinario di investimenti al fine di riprendere le lezioni a Settembre in sicurezza, risorse economiche per il potenziamento degli organici docenti e ATA, riduzione degli alunni per classe, stabilizzazioni dal 1 Settembre del personale precario".

Uno sciopero a carattere diffuso e condiviso visto che i sindacati hanno invitato i lavoratori a recarsi davanti alle proprie scuole nelle varie città di provincia per scattare foto e girare video della protesta, da raccogliere sui social network.

Nel fiorentino sono 105 gli Istituti della provincia davanti ai quali i sindacati hanno auspicato di poter radunare almeno 10 persone per raggiungere così i 1000 presidianti in due ore.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato a metà mattina innescando l'intervento in forze da parte dei vigili del fuoco con più squadre ed automezzi
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Attualità

Cronaca