Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:00 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 29 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
La lezione di Burioni: «Variante Omicron? Dobbiamo da un lato stare attenti e dall'altra vaccinarci»

Attualità martedì 24 agosto 2021 ore 11:12

Passeggiando a San Salvi con l'itinerario digitale

L'estate 2021 ha segnato una svolta digitale con la possibilità di conoscere la storia dell'ex manicomio attraverso codici sparsi su alberi e lampioni



FIRENZE — L'ex Manicomio ed il parco di San Salvi sopravvivono e nell'estate 2021 i fiorentini, che hanno preso parte alla riproposizione della storica passeggiata notturna guidata da Claudio Ascoli, dei Chille de la Balanza, hanno scoperto anche un nuovo itinerario virtuale.

Lungo i sentieri sono comparsi i QrCode, i codici digitali che rimandano a testi e immagini che raccontano la storia dei "tetti rossi" di Firenze.

L'assessore all'Urbanistica, Ambiente e digitalizzazione, Cecilia Del Re ha spiegato "A San Salvi si possono trovare i QrCode del progetto dei Chille con il logo di Feel Florence, il nome del nuovo portale che abbiamo scelto per la narrazione e la promozione della nostra città proprio perché vuol essere un invito a “sentire Firenze” e non solo a visitarla. E i Chille riescono al meglio a farci sentire ciò che è stato. Nel buio e nel silenzio della notte cercateli sui pali della luce o sugli alberi: sentirete le solitudini, i desideri, gli amori e le anime inquiete di San Salvi. Un pezzo di storia della nostra città di cui non potrà essere persa traccia anche nel ridisegno di quest’area dentro al nuovo Piano Operativo, che porteremo avanti insieme all’azienda ospedaliera".

Le ultime passeggiate sono andate in scena a metà Agosto con i Chille de la Balanza che hanno voluto ricordare Dino Campana, Venturino Venturi e le migliaia di internati nella struttura diventati indimenticabili attori sul palcoscenico di San Salvi.

Il nuovo percorso presentato ad inizio 2021, per rilanciare San Salvi come luogo poco conosciuto e per diversificare i flussi turistici a causa della pandemia di Covid-19, parte dal Museo del Cenacolo di Andrea del Sarto e prosegue nei Giardini del Cenacolo per terminare nell’area dell’ex-manicomio. 

Tra i punti di interesse: Villa Fabbri, un tempo pensionario maschile e femminile per le malattie nervose e mentali delle persone facoltose, e il murale realizzato in occasione della Festa d’ingresso della città di Firenze a San Salvi nel 1978. Poi il Cinema Teatro, edificato negli anni del fascismo, che ospitò il film di Mauro Bolognini ‘Per le antiche scale’ con Marcello Mastroianni e dove nacque l’amore tra Costanza Caglià e Torello Vannucci, e i padiglioni de La Tinaia e dei Chille. Non mancano i riferimenti alla presenza del poeta Dino Campana, internato al primo piano nella stanza in cui scrisse l’ultima lettera a Sibilla Aleramo, e a quella dell’artista irregolare Francesco Romiti, di cui i Chille custodiscono con Dana Simionescu un fondo di quasi 3.000 opere. 

Il percorso storico-artistico curato da Claudio Ascoli, l'affabulatore amato dai fiorentini che da generazioni partecipano alle sue passeggiate, ha l'obiettivo di recuperare la memoria del patrimonio del parco di San Salvi. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incendio è divampato in piena notte nell'appartamento al terzo piano, coinvolgendo anche quello al piano superiore. Entrambi sono inagibili
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

STOP DEGRADO