Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:10 METEO:FIRENZE24°37°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 25 luglio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa
La cucina, gli hangar, la sala designer: il “tetris” della base di Luna Rossa

Attualità sabato 02 aprile 2016 ore 18:25

In piazza contro la guerra e il terrorismo

Circa 300 persone hanno sfilato per il centro per protestare contro l'ipotesi di intervento armato in Siria e per nuove politiche di accoglienza



FIRENZE — "Vostre le guerre, nostri i morti". Questa la scritta sullo striscione che ha aperto oggi pomeriggio a Firenze il corteo organizzato dalle sigle antagoniste contro la politica estera di Usa, Nato e Ue nei confronti dei paesi del Medio Oriente e per un diverso approccio a problemi della lotta al terrorismo e all'immigrazione.

La manifestazione, cui hanno preso parte circa 300 persone, si è mossa da piazza San Marco per attraversare le vie del centro verso piazza santa maria Novella. Molti gli slogan scanditi contro la Nato, l'imperialismo e il capitalismo. 

Nel mirino dei manifestanti, la politica militarista dei governi Usa e Ue che alimenta i conflitti in Medio Oriente, e di una politica securitaria nelle metropoli occidentali, trasformate in "fortini assediati dalle forze dell'ordine, incapaciu di fermare gli attentati".


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il tribunale di Firenze si è pronunciato sui familiari del leader di Italia Viva per fatture false e bancarotta dopo una breve camera di consiglio
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Pierantonio Pardi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca