Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:55 METEO:FIRENZE11°21°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 23 ottobre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Quota 100, Draghi: «Non sarà rinnovata e puntiamo a un graduale ritorno alla normalità»

Attualità lunedì 14 giugno 2021 ore 16:36

Il piano per la Movida anti-Covid, ecco le novità

Il ministro Luciana Lamorgese ha presieduto il Comitato per l'ordine e la sicurezza sul piano di controllo della Movida post Covid per l'estate 2021



FIRENZE — Il ritorno alla normalità dopo lunghi mesi di limitazioni agli spostamenti ha comportato "una straordinaria voglia di fruire degli spazi pubblici e dei servizi ricreativi, culturali e di somministrazione" così recitano le premesse al nuovo Piano di prevenzione e controllo della Movida sottoposto al Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduto eccezionalmente dal ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

Per rendere "meno molesta possibile" la movida è stato presentato un piano che tenga conto della prevenzione sanitaria ed il rispetto del riposo e della quiete notturna, oltre che di tutela della sicurezza e del decoro urbano.

I punti fondamentali del Piano di prevenzione e controllo per una Movida Sostenibile 

Per il periodo successivo al 21 Giugno 2021, in cui dovrebbe venir meno il coprifuoco, verranno confermate, nelle zone individuate come a maggior rischio di assembramento le misure già in vigore rimodulandone gli orari e integrandole con la misura del divieto di detenzione di contenitori in vetro. 

Nei prossimi giorni una ordinanza sindacale imporrà per i giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 21 alle ore 5 del giorno successivo, a Santo Spirito e vie adiacenti; Repubblica/Pellicceria/Strozzi; Sant’Ambrogio/Borgo La Croce/Pietrapiana, nonché nelle ulteriori aree di Piazza Santa Croce e Piazza SS. Annunziata una limitazione dell’accesso che comporta il divieto di stazionamento per le persone, salva l’attesa in coda per poter accedere agli esercizi pubblici ed agli esercizi commerciali legittimamente aperti nel rispetto delle distanze minime interpersonali, e salva la presenza al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione, la possibilità di attraversamento soltanto per accedere agli esercizi pubblici ed agli esercizi commerciali legittimamente aperti nonché alle abitazioni private ed agli uffici pubblici e privati compresi nell’area, e per il deflusso dall’area, il divieto di consumo di bevande alcoliche, salvo quello effettuato al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione, la limitazione della vendita di bevande alcoliche da asporto ai soli contenitori chiusi in materiali diversi dal vetro, per la Basilica di Santo Spirito, inoltre, senza limiti di giorni ed orari sull’intero sagrato è vietato lo stazionamento, è vietato il consumo di cibi e bevande di qualsiasi genere; il transito è consentito unicamente per l’accesso alla Basilica, sull’intera scalinata sottostante al sagrato della Basilica, è vietato il consumo di cibi e bevande di qualsiasi genere, resta fermo per la predetta scalinata il divieto di stazionamento suindicato.

Per i giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 21 alle ore 5 del giorno successivo, in tutta l’area del centro storico Unesco, fermo restando il divieto di vendita di bevande alcoliche, viene disposto anche il generale divieto di vendita e di detenzione di contenitori in vetro. 

Una Cabina di regia si occuperà della mappatura dei luoghi caldi della città, dove è prevedibile che possano verificarsi i fenomeni della movida molesta. 

All’attività di mappatura possono concorrere i cittadini ed i turisti, mediante segnalazioni circostanziate. La segnalazione può essere corredata di foto ed è possibile vedere lo stato aggiornato direttamente su smartphone. 

Il monitoraggio sull’attuazione delle misure adottate sono supportati da una campagna di accertamenti in particolare, riguardo alle emissioni sonore, sulla base delle segnalazioni pervenute, verranno applicate le Linee guida per la gestione degli esposti ad uso degli enti locali, dell’ARPAT e delle ASL, della Regione Toscana, nonché il regolamento comunale sulle attività rumorose.

Tra gli interventi sulla mobilità c'è l'ipotesi di ripristinare dal 21 Giugno 2021 la vigenza della Ztl notturna estiva, così come già istituita nel 2020, estendendola in tutti i settori dalle ore 23 alle ore 3 del giorno successivo per le notti di giovedì, venerdì e sabato, rimodulazione delle corse notturne del TPL ed estensione delle linee nelle zone non servite dalla tramvia, introduzione di una navetta circolare interna alle Cascine fra la fermata della tramvia e le linee su gomma fino piazza Puccini ex Manifattura Tabacchi - Indiano.

Il piano prevede di utilizzare 45 agenti e 10 steward professionali a sera con altri 20 non appena si renderanno disponibili i fondi previsti dal decreto del Ministero dell’Interno di imminente pubblicazione, oltre alla collaborazione con associazioni di volontariato come, ad esempio, l’Associazione nazionale Carabinieri e l’Associazione della Polizia di Stato.

Tra le sanzioni è prevista anche la revoca della concessione alle attività.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Coi nuovi contenitori stradali digitali decolla la seconda fase della trasformazione della raccolta dei rifiuti all'insegna della circolarità
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità