Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:50 METEO:FIRENZE20°36°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 30 luglio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Scherma, Di Francisca: «Errigo emotiva». Velasco: «Dichiarazioni disgustose»

Attualità sabato 22 maggio 2021 ore 10:20

Movida a tempo di Covid, le contromisure a Firenze

La città d'arte ha preso le contromisure per la stagione estiva adottando nuovi provvedimenti, anche strutturali, per contrastare il fenomeno



FIRENZE — Firenze si prepara ad una nuova stagione estiva con l'effetto movida unito all'esigenza di contrastare la pandemia.

Il sindaco ha firmato nuove ordinanze anti assembramento con nuovi orari dettati dagli orari del coprifuoco nazionale per il divieto di stazionamento e di consumo alcol in alcune aree del centro e divieto speciale sul sagrato di Santo Spirito. Proprio a Santo Spirito l'amministrazione è intervenuta con un piano straordinario che ha previsto l'installazione di paletti e telecamere.

I nove paletti modello "chiodo fiorentino" intorno alla Basilica di Santo Spirito sul lato via de’ Coverelli in prossimità dell’incrocio con via del Presto di San Martino non sono piaciuti ai residenti che chiedevano una cancellata e si sono detti invece "beffati" perché hanno perso i posti auto mentre prosegue l'uso improprio dell'area come vespasiano.

Il provvedimento fa parte di una serie di azioni per tutelare l’area previste da una delibera già approvata dalla Giunta comunale su proposta della vicesindaca Alessia Bettini “Si tratta di una delle misure pensate per salvaguardare la Basilica di Santo Spirito e la zona circostante - ha detto la vicesindaca Bettini - I chiodi fiorentini su via de’ Coverelli puntano a inibire la sosta non autorizzata e a fare da deterrente a comportamenti poco decorosi e mancanze di rispetto nei confronti di quest’area”.

Ecco le regole

Nei fine settimana, in tre aree del centro particolarmente a rischio assembramento, è previsto il divieto di stazionamento, tranne che ai tavoli degli esercizi di ristorazione e anche di consumo di bevande alcoliche, sempre salvo quello effettuato ai tavoli di ristorazione. A questo si aggiunge il divieto di stazionamento e il consumo di cibi e bevande sul sagrato della Basilica di Santo Spirito. Con nuova ordinanza gli orari di divieto sono stati aggiornati alle ultime disposizioni sul coprifuoco emanate dal Governo. I nuovi orari entrano in vigore dal 21 maggio 2021. Di seguito un estratto di quanto disposto nelle ordinanze:

Le aree considerate a rischio

Nei giorni di venerdì, sabato e domenica, dalle ore 16 alle ore 23, nei seguenti spazi pubblici o aperti al pubblico e nei perimetri di queste tre aree:

Piazza Cesare Beccaria (esclusa), Borgo La Croce, Piazza Sant’Ambrogio, Via Pietrapiana, Via Giuseppe Verdi, Via dell’Agnolo, Viale della Giovine Italia (escluso).

Piazza S. Spirito, Via dei Michelozzi (tratto da Piazza S. Spirito a Borgo Tegolaio), via del Presto di San Martino (tratto tra Borgo Tegolaio e Via de’ Coverelli), ivi compresi il sagrato e la scalinata antistanti la Basilica di Santo Spirito, per i quali si applica inoltre il più esteso divieto di consumo di cibi e bevande.

Piazza Strozzi, Via degli Anselmi, Via dei Sassetti, Piazza dei Davanzati, Via Pellicceria, Piazza di Parte Guelfa, Piazza della Repubblica, Via dei Brunelleschi, Via di Porta Rossa (tratto compreso fra Via Calimala e Via Monalda), Via Calimala (tratto tra Via di Porta Rossa e Piazza della Repubblica), Via dei Lamberti (tratto tra Via Pellicceria e Via Calimala), Via dei Cavalieri, Via San Miniato fra le Torri; è disposta una limitazione dell’accesso che comporta il divieto di stazionamento per le persone, salva l’attesa in coda per poter accedere agli esercizi pubblici e agli esercizi commerciali legittimamente aperti, nel rispetto delle distanze minime interpersonali, e salva la presenza al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione.

È prevista, per le tre aree sopra indicate negli orari 16-23 dei fine settimana, la possibilità di attraversamento soltanto per accedere agli esercizi pubblici e agli esercizi commerciali legittimamente aperti nonché alle abitazioni private e agli uffici pubblici e privati compresi nell’area, e per il deflusso dall’area. È inoltre vietato il consumo di bevande alcoliche, salvo quello effettuato al tavolo negli spazi in uso ai servizi di ristorazione. 

Sul sagrato e sulla scalinata della basilica di Santo Spirito, il divieto di consumo è esteso a cibi e bevande di qualsiasi genere. Infine la vendita di bevande alcoliche da asporto è consentita solo in bottiglia o in lattina chiuse o in altri contenitori chiusi. Se necessario, potranno essere disposte chiusure temporanee della circolazione pedonale, per impedire che un flusso eccessivo di persone determini affollamenti rischiosi per la salute collettiva.

Queste disposizioni si aggiungono a quelle nazionali. La violazione di questi divieti è punita con la sanzione amministrativa pecuniaria da 400 a 1.000 euro.

Da venerdì 28 Maggio il divieto di stazionamento è spostato nella fascia oraria dalle 18 alle 23. Con l'ulteriore spostamento del coprifuoco alle 24 (previsto dal 7 Giugno) da venerdì 11 Giugno il divieto di sarà portato nella fascia dalle 18 alle 24.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il corpo ormai senza vita rinvenuto la notte scorsa nei pressi degli orti sociali è di un uomo che era privo di documenti. Indaga la polizia
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità