Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:03 METEO:FIRENZE10°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Letta «Queen maker» scopre le carte: ecco chi è il primo identikit del Pd per la corsa al Colle

Attualità venerdì 31 maggio 2019 ore 12:56

Osmannoro, Ikea ferma la navetta e usa la tramvia

L'invito è a raggiungere l'area industriale utilizzando il mezzo pubblico e l'interscambio tra auto, tram e bus. Un'area definita critica per i collegamenti



FIRENZE — Lo store di Sesto Fiorentino ha sospeso nel mese di maggio il servizio navetta ed oggi prospetta ai propri clienti nuovi metodi per raggiungere l'area dell'Osmannoro, in primis la tramvia. "Ti offriamo una serie di comode alternative per raggiungere facilmente il negozio senza dover usare l'auto" è quanto spiegato sul portale dell'azienda che ha sede a Sesto Fiorentino. Le comode alternative sono le infrastrutture ed i mezzi pubblici, ad iniziare dal tram.

La direzione della succursale svedese non aspetta il tanto auspicato prolungamento dell'infrastruttura con un tracciato del tram dedicato espressamente all'Osmannoro, si accontenta della Linea Santa Maria Novella - Aeroporto ed invita ad usare tram e bus. In particolare la Linea 29 di Ataf che collega il megastore con la Linea T2 della tramvia alla fermata Torre degli Agli, oppure la Linea 66 di Ataf che passa per l'Osmannoro sul tratto che collega la Stazione ferroviaria di Sesto Fiorentino con la fermata Guidoni al parcheggio scambiatore della tramvia T2.

L'area dell'Osmannoro è da tempo nell'agenda dei sindacati fiorentini perché punto nevralgico del tessuto lavorativo, ma non altrettanto nevralgico per quanto riguarda il sistema dei trasporti, tanto dall'aver auspicato più volte un prolungamento della tramvia a servizio dei dipendenti dei numerosi stabilimenti presenti nell'ex area industriale diventata polo commerciale della grande distribuzione.
A chiedere maggiore attenzione in zona sono stati a più riprese anche i dipendenti di Ataf sia per quanto riguarda la sicurezza a bordo dei mezzi che fanno capolinea in luoghi molto appartati ed in orari ritenuti critici come all'alba e dopo il tramonto, ma anche prestando attenzione alla sicurezza dei passeggeri che spesso si trovano a dover scendere presso fermate che sono prive di marciapiedi e di collegamenti con i luoghi di interesse poiché posizionate a ridosso di guardrail ed aiuole di sosta. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
A poche ore dal dibattito in Consiglio comunale l'opposizione chiede un tavolo in prefettura per analizzare il fenomeno dei furti sulle auto in sosta
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Lavoro

Attualità

Attualità