Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE20°34°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 15 agosto 2022
Tutti i titoli:
corriere tv
Chelsea-Tottenham, lite furibonda a fine match tra Conte e Tuchel

Attualità giovedì 13 luglio 2017 ore 16:47

Migranti di nuovo al lavoro sugli argini dell'Arno

Hanno tutti superato un corso di formazione i volontari impegnati per tutta l'estate a pulire le sponde con il Consorzio di Bonifica Medio Valdarno



FIRENZE — Saranno al lavoro, come volontari, una volta alla settimana per tre mesi i migranti africani volontari impegnati nel progetto di pulitura degli argini dell'Arno lanciato l'anno scorso in via sperimentale dal Consorzio di Bonifica Medio Valdarno. 

Nel progetto sono stati coinvolti anche i Consorzi, Alto e Basso Valdarno, per una nuova edizione del progetto che prevede la copertura sostanzialmente di tutto l'Arno e dei suoi principale affluenti, da Arezzo a Pisa partendo, proprio a partire da oggi, da Firenze. 

I partecipanti sono in tutto 150 gli ospiti di diverse strutture, associazioni e cooperative della Toscana, ragazzi provenienti principalmente dall'Africa, ma anche da Bangladesh, Pakistan, Afghanistan.

"Investiamo qualcosa su questi ragazzi - ha detto il presidente del Consorzio di bonifica del medio Valdarno Marco Bottino - e loro volontariamente, con molta attenzione, disponibilità e apprezzamento da parte dei cittadini che li vedono all''opera, svolgono un''attività preziosa sia da un punto di vista della sicurezza idraulica che del decoro e della bellezza del nostro Fiume". 


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'uomo aveva 56 anni. Il corpo non presenta ferite o segni di violenza così come non ci sono segni di effrazione nell'appartamento
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Marco Celati

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità