comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:50 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 23 novembre 2020
corriere tv
Covid, Conte: «Niente vacanze sulla neve a Natale. Non possiamo permetterci una terza ondata»

Attualità mercoledì 03 maggio 2017 ore 16:27

Guerra a suon di firme sul biglietto per il Forte

Il gruppo consiliare di Forza Italia in Consiglio comunale ha annunciato la raccolta di firme contro la decisione di rimettere l'ingresso a pagamento



FIRENZE — Ancora firme per far cambiare idea a Palazzo Vecchio. Stavolta la raccolta annunciata da Forza Italia riguarda la decisione di rimettere a pagamento l'ingresso al Forte Belvedere. La mobilitazione inizierà, hanno detto il capogruppo di Forza Italia Jacopo Cellai, il coordinatore cittadino del partito Marco Stella insieme ai consiglieri a Palazzo Vecchio Mario Tenerani, Luca Tani e Mario Razzanelli, "se la giunta Nardella non ripenserà all'istituzione del biglietto a pagamento".

Nello specifico, la delibera di giunta approvata ieri stabilirà, dopo l'ok del Consiglio comunale, l'attivazione di una card da due euro riservata ai residenti sul territorio fiorentino per entrare tutta l'estate al Forte e un ticket da 3 euro per i non fiorentini ad ogni ingresso.

"E' bastato un anno a Nardella per rimangiarsi la parola data - hanno detto i consiglieri - Dopo aver concesso la gratuità del Forte esattamente un anno fa, oggi il sindaco fa un'altra giravolta e si inventa la ''card'' da 2 euro da far pagare a tutti i fiorentini per entrare al Belvedere nella prossima stagione estiva. È inaccettabile. Questo è il vero volto del Pd che mette ogni volta che può le mani nelle tasche dei cittadini si è già mostrato". 

Poi la stoccata finale: "Forse anche stavolta, come per la moschea alla caserma ex Gonzaga, dobbiamo sperare in una parolina buona da parte di Renzi".



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità