comscore
Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 12:58 METEO:FIRENZE13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
giovedì 26 novembre 2020
corriere tv
Maradona, il giornalista argentino dà la notizia della morte e scoppia a piangere in diretta

Attualità venerdì 29 novembre 2019 ore 14:25

Gianni Lonzi e l'Alluvione a Porta a Porta

Il campione fiorentino ha festeggiato su Rai 1 le nozze d'oro ricordando con grande commozione le ore drammatiche dell'alluvione di Firenze



FIRENZE — Gianni Lonzi, fiorentino classe 1938 pallanuotista, allenatore e dirigente sportivo con al petto una medaglia d'oro all'olimpiade di Roma 1960, è stato ospite a Porta a Porta nellapuntata del 28 Novembre durante la quale ha festeggiato le nozze d'oro con Antonella Ragno, ex campionessa di scherma, ed ha ripercorso le ore drammatiche del 4 Novembre 1966.

L'Arno, il fiume nel quale Lonzi si allenava, tracimava ed invadeva il centro storico della città la mattina del 4 novembre 1966. Il campione olimpico si tuffava riuscendo a raggiungere e salvare numerose persone. Il ricordo di quegli istanti è stato rivissuto durante la trasmissione condotta da Bruno Vespa dai coniugi Lonzi, la moglie veneziana in quelle stesse ore si trovava al quarto piano di un edificio nel cuore della laguna alluvionata anch'essa.

Mentre scorrevano le immagini in bianco e nero Gianni Lonzi ha spiegato di avere ancora nel cuore quelle bracciate e quelle voci, gli sguardi e "la riconoscenza ancora mi accompagna e tante volte una pacca sulla spalla vale più di una medaglia". 

Già presidente della Commissione tecnica della Federazione internazionale del nuoto è stato presidente della Rari Nantes Florentia dal 1992 al 1999.

Nel 2018 Gianni Lonzi è rientrato nell'elenco degli "Eroi dimenticati" tra coloro che non esitarono a rischiare la propria vita per rispondere a una richiesta d’aiuto, salvando oltre duecento fiorentini dalla furia dell’Arno. Dimenticati per mezzo secolo i 16 eroi sono stati celebrati a Palazzo Vecchio il 3 novembre 2018.
Nel corso della catalogazione dell’archivio storico furono trovati nove fascicoli di indagine su atti di coraggio compiuti da 16 cittadini nel giorno dell’alluvione. Nei mesi successivi all’alluvione, infatti, la segreteria del sindaco Bargellini riceve diverse segnalazioni di atti eroici compiuti da una serie cittadini nel giorno della tragedia. La polizia municipale viene incaricata di verificare l’attendibilità di queste segnalazioni e il risultato delle indagini finisce nei fascicoli. Nonostante le conferme emerse, non furono assegnati riconoscimenti a tutte le persone coinvolte e quindi molti gesti eroici sono rimasti esclusi dai libri. Per colmare questo vuoto e anche per concludere un lavoro rimasto sospeso, la polizia municipale ha deciso di realizzare “Eroi dimenticati - l’alluvione del ‘66” dove in circa 27 minuti sono raccolte una serie di interviste.



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità