Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 08:50 METEO:FIRENZE12°19°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 16 aprile 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Il generale israeliano Halevi: «L'Iran affronterà le conseguenze delle sue azioni»

Attualità domenica 03 marzo 2024 ore 10:00

Eccellenza di Toscana con le anteprime del “nettare"

Torna la rassegna dei migliori vini Toscani in anteprima alla Leopolda. Evento per gli operatori del settore e per gli appassionati del buon vino



FIRENZE — Questo week end è tornata protagonista la rassegna dei migliori vini di Toscana alla Stazione Leopolda.

Le fila di espositori e la quantità di bottiglie di vino incute un po’ di timore per chi non è del settore e non conosce perfettamente i vitigni e i processi di vinificazione che fan la differenza per ottenere sapori, aromi e profumi nelle diverse tipologie della bevanda degli dei. Il bello è scoprire che anche se non si è intenditori ma semplicemente amanti di un buon bicchiere di vino, è possibile immergersi in questa esperienza di assaggi imparando inaspettatamente molte cose al riguardo e intraprendere anche un viaggio alla scoperta del nostro territorio toscano. Un vero percorso enologico da Firenze col Chianti, ai Colli Fiorentini col Chianti classico, Carmignano, Montepulciano, Montalcino, la Maremma e risalendo il Tirreno, Bolgheri e i vini della Costa.

E così provi a fare il primo assaggio al primo stand che ti ispira istintivamente, sentendo parlare di Sangiovese e Merlot o Chardonnay e Grechetto e con l'operatore della casa vinicola che ti spiega della vinificazione in acciaio e affinamento in cemento. Così già hai imparato qualcosa, qualche nome di vitigno e modalità di vinificazione, affinamento e puoi procedere per assaggiare un vino Syrah con affinamento in terracotta. Cominci a capire il significato di blend e il perchè per alcuni l'annata in anteprima è quella del 2019 e per altri anche il 2021. Qualcuno offre in assaggio in anteprima il vino della vendemmia 2023 come questo Vermentino della Maremma. Impari che con il Nobile di Montepulciano si parla di Prugnolo gentile e non di Sangiovese. Alla fine entri ignorando particolari del settore e delle tecniche e capacità di assaggio e te ne esci con nozioni interessanti e utili anche per chi quel mestiere non lo deve svolgere.

Il vino, il nostro vino che ha storia antica. I Greci con Dionisio e l'Antica Roma con Bacco che adoravano per il culto del vino. Ma una casa vinicola il cui nome è La Bérne, termine etrusco che significa “poggio”, ci ricorda che il culto di questo nettare è stato trasmesso dai nostri Etruschi ai Romani e da qui in seguito il nome vino dal latino vinum. E sempre gli Etruschi introdussero la viticoltura anche in Francia.

Ricco il programma della rassegna 2024 di Eccellenza di Toscana, numero esagerato di vini da degustare, tantissimi incontri e attività formative. AIS, Associazione italiana sommelier, sfida alla degustazione bendata al loro stand e fa da recruiter per i corsi di sommelier.

Chiara Lam Nang
© Riproduzione riservata


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Durante la partita l'atleta, 26 anni, si è accasciato d'improvviso privo di sensi. Corsa d'urgenza in ospedale dove poi è avvenuto il decesso
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità