comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 19°21° 
Domani 18°27° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 01 giugno 2020
corriere tv
Dl Rilancio, Conte: «Eliminata la prima rata Imu per hotel e stabilimenti balneari»

Attualità martedì 31 marzo 2020 ore 16:51

"Bambini? 10 minuti sotto casa con un genitore"

Il sindaco ha dato una interpretazione delle restrizioni ed ha reso noto di avere chiesto un intervento ministeriale sulla misura anti Covid-19



FIRENZE — Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, durante una diretta Facebook è tornato sul tema delle passeggiate e delle uscite dei bambini nell'emergenza da Coronavirus già affrontato nei giorni scorsi con alcuni richiami che invitavano a vedere le passeggiate come un caso del tutto eccezionale (vedere articoli collegati).

Adesso Nardella secondo una interpretazione di "buon senso" ha aperto alle uscite brevi con un genitore al seguito.

Nardella ha spiegato "130 mamme mi hanno scritto per interpretare la regola sulle uscite di casa. La regola è che si sta a casa. Il governo ha spiegato che si può uscire per sgranchirsi le gambe sotto casa in prossimità della propria abitazione ma si può uscire con il proprio cane. Le mamme mi hanno chiesto perché i bambini non possono uscire mentre i cani possono uscire più volte al giorno. In effetti se usiamo il buon senso io penso che si possa considerare come eccezione la possibilità di un solo genitore di uscire sotto casa con il proprio bambino posto che sono vietate attività ludiche e che non si possono avere contatti con altre persone. Vi do un parere di sindaco anche se occorrerebbe un parere da parte del governo che sia valido per tutti. Il mio parere, confrontato con il prefetto di Firenze, è che si sta sempre a casa ma se abbiamo bambini piccoli o che hanno difficoltà motorie o problemi di carattere psicologico allora io genitore da solo anche 5 o 10 minuti posso portare il bambino nella piazzola sotto casa e rientrare. Non è un problema che aumenta il contagio ma è un modo per andare incontro alle esigenze dei bambini. I bambini non possono stare assieme e se vengono trovati, io stesso li ho trovati, devono tornare a casa. Parlo invece dei bambini che abitano al terzo o quarto piano senza un giardino o un terrazzino, perché non possono prendere 5 minuti di aria sul marciapiede? Ne ho parlato con il ministro Lamorgese ed ha ascoltato la mia posizione e mi ha detto che il ministero lavorerà sul tema dei bambini e vedremo se il governo darà un parere univoco. Però resta il principio di stare il più possibile a casa".

Sempre sugli spostamenti ha aggiunto "Mi risulta dai controlli che il comportamento dei fiorentini sia migliorato anche se c'è sempre qualcuno che ci prova. Abbiamo confrontato il numero di veicoli in circolazione tra fine marzo e metà febbraio e ieri c'erano l'80 per cento dei veicoli in meno in circolazione sono tanti ma non tutti per questo invito nuovamente tutti a stare a casa".

Infine "Abbiamo superato i mille contagi nell'area fiorentina. Il livello dei decessi non è alto quanto al nord, ma dobbiamo stare molto attenti. C'è stata oggi una flessione nei dati con l'incremento più basso in assoluto in Toscana. Sono aumentati i tamponi ed i casi crescono meno, ne possiamo dedurre che la situazione continua a migliorare ed è merito di tutti i cittadini che hanno preso sul serio la questione dell'auto isolamento. Chi trasgredisce lo stiamo multando. Evitiamo di arrivare alla multa e di non fare i furbi".  



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Attualità