Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 17:45 METEO:FIRENZE10°13°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 12 aprile 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
«IoApro», petardi e fumogeni dei manifestanti contro la polizia

Cronaca sabato 05 agosto 2017 ore 15:40

Anarchici fermati, solo uno resta in carcere

Il gip ha convalidato solo uno dei sei fermi eseguiti nel capoluogo toscano per gli attentati alla libreria di Casa Pound e a Rovezzano



FIRENZE — Solo uno resta in carcere. Gli altri no: nei loro confronti infatti il gip non ha riscontrato gravi indizi durante l'interrogatorio di garanzia che si è svolto stamattina. 

L'uomo rimasto in carcere è ritenuto l'autore della bomba esplosa a Capodanno in via Leonardo Da Vinci. La deflagrazione provocò il grave ferimento dell'artificiere Mario Vece che perse una mano e un occhio. A incastrare l'anarchico fermato sono state le tracce di dna rinvenute su del nastro adesivo usato per confezionare l'ordigno.

Due giorni fa sono stati in tutto otto i fermi eseguiti tra Firenze, Lecce e Roma. In cinque sono stati fermati in quanto ritenuti responsabili dell'attentato di Capodanno. Gli altri tre, invece, sono stati fermati in quanto considerati i presunti autori del lancio di bottiglie molotov contro la caserma dei carabinieri di Rovezzano del 21 aprile 2016.

Un altro fermo è stato convalidato per uno degli anarchici individuati nel Salento.

Ieri sera, davanti al carcere di Sollicciano, si è svolta una manifestazione di protesta con una sessantina di persone di ambiente anarchico per esprimere solidarietà ai fermati. 

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Gli autisti dei mezzi pubblici sono nuovamente sul piede di guerra davanti all'ipotesi di limitare il servizio per il perdurare della zona rossa
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità