comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 12°20° 
Domani 13°22° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 29 settembre 2020
corriere tv
Covid, Fauci: «Il nemico non è Fauci o Burioni, ma il virus»

Attualità giovedì 02 luglio 2020 ore 17:50

Abusivi del ritiro rifiuti dividono i fiorentini

Sfruttano le pratiche di recupero già aperte per abbandonare i rifiuti ingombranti, il fenomeno crea disagi al servizio ma c'è chi lo giustifica



FIRENZE — Il messaggio per gli addetti di Alia non lascia spazio ad interpretazioni "Questo schifo di materasso non è della pratica" questo è quanto un fiorentino ha scritto per evidenziare che qualcuno ha approfittato del ritiro da lui prenotato per smaltire altri rifiuti.

L'uso scorretto del servizio è ben noto ed è stato segnalato per la prima volta dall'ex assessora all'Ambiente, Alessia Bettini, oggi assessora al Decoro urbano. Si tratta del fenomeno degli abusivi del ritiro ingombranti che esaspera i cittadini e danneggia il servizio di recupero aumentando il volume dei materiali da trasportare. I cittadini sono costretti a vigilare che i materiali lasciati in strada non aumentino con il passare delle ore, gli addetti al recupero rischiano di riempire il camion prima di concludere il giro prestabilito dalla centrale operativa.

Eppure sui social c'è chi giustifica il gesto. L'immagine ha raccolto infatti varie reazioni, c'è anche chi ha attribuito la scritta lasciata sul materasso agli stessi addetti al servizio, accusandoli per il messaggio di avviso "scortese".

A segnalare altri episodi sono stati i frequentatori del Gruppo Facebook sul quale è stato pubblicato lo scatto "A me è successo giusto l'altro giorno. Ho chiamato Alia e chiesto il ritiro di una camera e qualche furbetto ci ha appioppato pure una rete matrimoniale. Fa fatica comporre un numero a volte ed aspettare giorni per il ritiro" "Spesso chi fa queste cose è perché non paga regolarmente le bollette. Per il ritiro degli oggetti chiedono il numero utente" è una replica al commento.

Ma c'è anche chi giustifica il gesto "E' un materasso di uno che abita lì, che magari doveva chiamare e ha visto davanti a casa la prenotazione e l’ha messo lì. Meglio lì che in un campo, o no? Mi stupisco ancora di certi ragionamenti". 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Cronaca

Cronaca