Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 13:40 METEO:FIRENZE18°31°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 12 giugno 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Europei 2021, Mancini: «Noi favoriti? Mancano solo sei partite, è ancora lunga»

Attualità lunedì 15 marzo 2021 ore 14:30

Covid a Firenze e Venezia, ecco piano anti crisi

I sindaci Dario Nardella e Luigi Brugnaro hanno elaborato un piano di 10 proposte per salvare le città d'arte da presentare al presidente Mario Draghi



FIRENZE — Dalle locazioni brevi agli sgravi fiscali, da un nuovo bonus vacanze ad aiuti per il trasporto locale e nuove norme speciali per limitare le attività commerciali o i prodotti in libera vendita, sono alcune delle richieste contenute un un piano di rilancio che i sindaci di Firenze e Venezia hanno indirizzato al presidente del Consiglio, Mario Draghi.

Firenze e Venezia, le principali città d’arte e capoluoghi metropolitani in crisi per gli effetti del blocco della mobilità europea, internazionale e intercontinentale.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella ha spiegato "L’idea del decalogo è nata dopo aver ascoltato l’intervento del presidente del Consiglio Draghi nel suo insediamento al Senato della Repubblica, dove ha toccato proprio il tema delle città d’arte e della necessità di un modello nuovo di turismo legato anche a valorizzare, promuovere e proteggere le città d’arte. Presenteremo il documento al ministro del Turismo Garavaglia”, il sindaco di Venezia Luigi Brugnaro ha aggiunto “Non possiamo pensare che l’Italia possa ripartire senza il coinvolgimento di eccellenze come le città d’arte, che hanno un forte potere di attrazione in quanto ambasciatrici dell’Italia nel mondo. I centri storici delle città d’arte vivono di turismo intercontinentale e la filiera turistica sta soffrendo pesantemente la situazione determinata dalla pandemia. Insieme alle dieci azioni pragmatiche e operative contenute nel documento, proponiamo temi di prospettiva organizzativa delle città, che da troppo tempo ci affanniamo a raccontare restando, purtroppo, ancora poco ascoltati. A Venezia fervono i preparativi per le celebrazioni in occasione dei 1600 anni di fondazione della città e per la seconda edizione del Salone nautico che si terrà dal 29 maggio al 6 giugno prossimi: è il momento di dare fiducia alla ripresa affinché anche a livello internazionale appaia la voglia di ripartire e l’economia possa volare”.

Il decalogo si divide in tre capitoli, ognuno dei quali è composto da più proposte di rilancio. 

Il primo è dedicato alla salvaguardia della filiera del turismo e si compone di quattro proposte: sostegno economico per lavoratori ed aziende; incentivi per il turismo in Italia; attività, tour ed experience nelle mani dei professionisti e norma per le guide turistiche.

Il secondo capitolo affronta il tema strategico dei trasporti e al riguardo vengono fatte due proposte: incremento del fondo nazionale per il Tpl e sviluppo del settore del trasporto turistico pubblico non di linea. 

Nel terzo e ultimo capitolo si parla, invece, di residenzialità con quattro azioni per il rilancio: norme per gli appartamenti destinati agli affitti brevi; norme speciali per la limitazione delle attività commerciali o dei prodotti in libera vendita; norme per la tutela del decoro e la sicurezza urbana e sviluppo delle Smart control room per la gestione intelligente della città. 

In merito ad un intervento strutturale sugli affitti a breve termine, la proposta di Nardella e Brugnaro sarà vagliata a livello nazionale con le associazioni che rappresentano gli host.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Il mezzo fermato stamani dalla Municipale è risultato privo di assicurazione, ma negli ultimi giorni sono stati 15 tra navette e risciò multati
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Gianni Micheli

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

CORONAVIRUS

Attualità