comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 10° 
Domani 14° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
mercoledì 01 aprile 2020
corriere tv
Val Seriana, il conto delle vittime non torna. Il sindaco di Albino: «Più morti che nella Grande guerra, ma non riconosciuti dai dati ufficiali»

Cronaca martedì 12 marzo 2019 ore 14:02

Chiuse le indagini sulla morte di Astori

Sono due i medici che rischiano il processo con l'accusa di omicidio colposo. L'ex capitano della Fiorentina morì a Udine in ritiro con la squadra



FIRENZE — Chiuse le indagini sulla morte di Davide Astori, l'ex capitano della Fiorentina trovato morto in una stanza d'albergo a Udine, dove era in ritiro con la squadra prima della partita.

Indagati per omicidio colposo i medici Francesco Stagno, direttore sanitario dell'Istituto di medicina dello sport di Cagliari, e Giorgio Galanti, direttore sanitario del Centro di riferimento di medicina dello sport dell'Aouc di Firenze Careggi.

Secondo le indagini portate avanti dalla Procura di Firenze, i due medici "per un concorso di cause tra loro indipendenti, avrebbero provocato il decesso di Astori". Il capitano della Fiorentina sarebbe morto per una "cardiomiopatia aritmogena diventricolare". Per gli inquirenti i due medici avrebbero violato i "protocolli cardiologici per il giudizio di idoneità allo sport agonistico".

I due medici sono accusati di aver rilasciato al calciatore tra il 2014 e il 2017 tre certificati di idoneità alla pratica sportiva agonistica. Nonostante che in tutti e tre i casi, secondo le indagini della procura, fossero stati riscontrati problemi cardiaci nella prova da sforzo, come extrasistoli ventricolari isolate non segnalate poi nel referto.

Stagno e Galanti secondo la procura avrebbero dovuto sottoporre Davide Astori ad accertamenti diagnostici per approfondire le cause delle extrasistole. 



Tag
 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità