comscore
QUI quotidiano online. Registrazione Tribunale di Firenze n. 5935 del 27.09.2013
FIRENZE
Oggi 21° 
Domani 13°19° 
Un anno fa? Clicca qui
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 26 settembre 2020

LEGALITÀ E NON SOLO — il Blog di Salvatore Calleri

Salvatore Calleri

Salvatore Calleri (1966) è nato a Catania e vive sin da piccolo a Firenze. Laureato in giurisprudenza nel 1991 ha conosciuto Antonino Caponnetto con il quale ha collaborato strettamente fino al 2002, anno della sua morte. Esperto di lotta alla mafia, analista nel campo della sicurezza e della criminalità organizzata internazionale è presidente della Fondazione Caponnetto e consigliere della Fondazione Pertini. Di entrambe ha ispirato la nascita. Coordina l'Omcom (Osservatorio Mediterraneo Criminalità Organizzata e Mafia) è ideologo del Progetto Tulipani Rossi verso gli Stati Uniti d'Europa.

Nessun esperto antimafia nelle task force Covid ?!

di Salvatore Calleri - sabato 18 aprile 2020 ore 07:00

Indubbiamente la crisi causata dalla pandemia impone scelte di deburocratizzazione, di velocizzazione. Detto questo non posso però non notare che in tutti i vari gruppi creati per le questioni emergenziali e per la riapertura graduale del Paese non si vede la presenza di esperti antimafia.

La cosa a mio modesto parere non è casuale diventando un fenomeno culturale. Da anni si assiste infatti ad una volontà di convivenza con il fenomeno mafioso. Volontà in alcuni casi che può essere indotta ed in altri assolutamente priva di condizionamenti. In questi casi trattasi di "volontà pro-mafia".

Come si è arrivati a questo punto?

Innanzitutto si è partiti con la delegittimazione tramite anche il mascariamento di chi combatteva la mafia. Poi si son messi in discussione strumenti antimafia quali le interdittive, gli scioglimenti dei comuni ed il 41bis. In tempi recenti siamo arrivati alla scarcerazione con la messa ai domiciliari di numerosi boss mafiosi a causa del covid 19.

Oggi i controlli antimafia son visti come quasi un elemento contrario alla ripartenza del Paese in quanto rallentano le procedure. Questa avversione si chiama in un solo modo: voglia di convivere di nuovo con la mafia. Purtroppo è così e ciò è un errore nefasto. La mafia con le crisi si arricchisce da sempre. 

Cosa fare quindi?

A costo di esser sgradevoli con lor signori pro-mafiosi occorre smascherarli e combatterli fino alla loro fine senza alcuna remora e senza alcun timore.

Salvatore Calleri

Articoli dal Blog “Legalità e non solo” di Salvatore Calleri

 
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Ultimi articoli Vedi tutti

Cronaca

Cronaca

Attualità

Attualità