Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:45 METEO:FIRENZE15°25°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
martedì 21 settembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Allegri furioso a fine partita, la frase urlata uscendo dal campo: «E vogliono giocare nella Juve»

Attualità giovedì 23 maggio 2019 ore 14:18

Via Schiff, salta il piano erp e torna il giardino

Sull'area che avrebbe dovuto ospitare 21 alloggi domotici di edilizia popolare, dopo sei anni di attesa torna il giardino con i giochi per i bambini



FIRENZE — Palazzo Vecchio annuncia la partenza dei lavori per la realizzazione di un giardino in via Schiff, un'area sulla quale sarebbero dovuti sorgere degli alloggi popolari domotizzati, ad energia e impatto zero.
L'area, che già ospitava un giardino, proveniva da un piano di recupero urbanistico iniziato ai tempi della Giunta Primicerio, realizzato in parte durante la Giunta Domenici e concluso con la consegna della Ludoteca nel periodo della Giunta Renzi. Proprio l'allora sindaco Matteo Renzi assieme a Casa Spa, annunciava nel 2013 la realizzazione di 21 alloggi popolari di ultima generazione.  

Andiamo con ordine. Il terreno viene acquistato dal Comune di Firenze e passato a Casa Spa dopo aver individuato le risorse per la costruzione di edifici a consumo zero. Gli inquilini che intanto avevano acquistato dal privato con la prospettiva di affacciarsi su un bel parco condominiale, alla notizia della nuova palazzina Erp, avevano alzato una barricata contro il progetto e Casa Spa rispondeva loro "La scelta di costruire i 21 alloggi di Erp era nota a tutti, compresi gli abitanti che hanno acquistato nelle vicinanze".

Nell'autunno 2013 apre il cantiere che ai primi scavi si interrompe, perché emerge la presenza di materiali di recupero nel terreno. Casa Spa è in possesso di un certificato di bonifica per tutta l'area, ma c'è l'ipotesi di contaminazione e così in via precauzionale i lavori si fermano e vengono avvisate Asl e Arpat per la caratterizzazione e l'eventuale bonifica. La conferenza dei servizi approva il piano ed il terreno scavato viene coperto per proteggerlo dalle piogge. I residenti ed i commercianti osservano il telone azzurro che resterà per anni all'interno del cantiere mai avviato.

Oggi, con un impegno economico di 350 mila euro e cinque mesi di cantieri, il Comune di Firenze avvia i lavori che consistono innanzitutto nella bonifica e prevedono lo scavo per la rimozione e lo smaltimento su tutte e due le aree a verde del terreno contaminato fino ad una profondità di 50 centimetri, oltre al riempimento con terreni certificati per gli usi a verde ed il successivo ripristino dei giardini con scivoli e altalene, panchine, tavoli da pic-nic e porta biciclette.
I residenti hanno richiesto ed ottenuto il mantenimento degli alberi presenti nel giardino interno all'area condominiale.

Una Casa a Zero Energy
Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Sono state spogliate nella notte le fioriere di una attività commerciale allestite per delimitare lo spazio esterno concesso dal Comune di Firenze
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicola Belcari

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

CORONAVIRUS

Attualità

Cronaca