Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 11:38 METEO:FIRENZE11°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 28 novembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Variante Omicron, Johnson: «Tampone molecolare e autoisolamento per chi entra in Gran Bretagna»

Attualità martedì 15 settembre 2015 ore 10:24

Uragano, al via la ripiantumazione di 1.500 alberi

Già avviato il programma di interventi che terminerà tra ottobre e novembre per far fronte alle perdite causate dal maltempo



FIRENZE — A fare il bilancio dei danni è l'assessore all'ambiente del Comune di Firenze Alessia Bettini nella sua relazione in consiglio comunale.  Al momento sono in corso le operazioni di sostituzione delle piante perdute nell'uragano del 1 agosto. In autunno, precisa Bettini, "ripianteremo 1.500 alberi per far fronte alle perdite delle altre due ondate di maltempo, quella del settembre del 2014 e quelle del marzo scorso". 

Intanto è in corso lo smaltimento del legname delle piante abbattute che sarà cippato, cioè ridotto in scaglie, per essere utilizzato nel ciclo industriale. "Questo è stato possibile grazie da un apposito bando pubblico. Stiamo ‘cippando’ circa 6.000 metri cubi di tonnellate di legno", ha precisato l'assessore. 

Le riparazioni in programma riguardano anche gli edifici che hanno riportato danni. Prima di tutto le scuole. Gli istituti danneggiati sono Andrea del Sarto, Villani, Kassel, Grifeo, Botticelli, Damiano Chiesa e Sauro Papini, Pilati, Vittorino da Feltre, Santa Maria a Coverciano, Pertini e gli asili nido Il Girasole, Nuccio, Rovezzano, Dreagoncello, Don Milani, Dionisi, Fasolo, Erba Stella, La Pira, Il Palloncino, Staccia Buratta. Il bilancio parla di coperture da revisionare, controsoffitti e lucernari da sostituire, oltre che danni agli infissi e agli impianti tecnologici e alberi caduti nei giardini.  

A riportare danni sono stati anche la basilica di San Salvatore al Monte, l’autoparco del Comune, l’ex Fila, Villa Bracci, la Filarmonica Rossini e la Foresteria Pertini. Anche in Palazzo Vecchio ci sono state infiltrazioni acqua.

«Entro il 31 ottobre – ha garantito l’assessore all’ambiente Bettini – tutti gli edifici saranno messi in sicurezza».

Intanto il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno presentato dalla consigliera Miriam Amato che consente di prorogare al 30 settembre i termini per richiedere il risarcimento dei danni.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La protesta dei residenti viaggia con la posta elettronica, centinaia di lettere inviate agli assessori per chiudere il giardino di via Galliano
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Nicolò Stella

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Cronaca