Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 19:46 METEO:FIRENZE10°17°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
venerdì 14 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, l'esercito israeliano attacca con forze aeree e truppe via terra

Attualità lunedì 03 agosto 2015 ore 10:32

La strage degli alberi

Sono 330 le piante abbattutte o gravemente danneggiata dalla furia del vento. Le situazioni più critiche: Parco Anconella e Lungarno Colombo



FIRENZE — Una vera e proria ecatombe di alberi spazzati via dall'uragano di sabato scorso. Il totale degli alberi pubblici abbattuti o gravemente danneggiati ammonta, per ora, a 330.
Le situazioni più critiche sono il Parco Anconella con 50 pini abbattuti su 53, 100 tra pioppi e robinie, quindi due terzi degli alberi del parco. Sul Lungarno Colombo, nel tratto da Ponte a Verrazzano a largo De Gasperi, sono caduti o gravemente danneggiati 50 pini su 120 più oltre 100 tra tigli e altri specie di alberi. A questi si aggiungono una trentina nelle zone limitrofe e altrettanti nell’area Publiacqua dell’Anconella. Accertamenti nella zona di Cascine del Riccio e Ponte a Ema.

Per quanto riguarda giardini e aree verdi esterni alla scuole rimane critica anche la situazione nei parchi e giardini. Già chiusi il parco dell’Anconella e dell’Albereta, cui si è aggiunto anche il giardino di piazza Elia Dalla Costa. L’amministrazione invita in via precauzionale i cittadini a non frequentare i giardini del Quartieri 2 e 3. Domani sarà effettuata di una verifica puntuale della situazione in modo se necessario procedere a chiusure anche parziali delle aree verdi.

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
La polizia municipale ha diramato le fotografie di quattro biciclette recuperate al fine di individuarne i proprietari per la restituzione
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Franco Bonciani

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità