Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 18:30 METEO:FIRENZE13°26°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
lunedì 27 maggio 2024
Tutti i titoli:
corriere tv
Omicidio Matteotti, 100 anni dopo - La morte di Matteotti e l'inizio della dittatura violenta di Mussolini

Attualità venerdì 07 agosto 2015 ore 10:58

“Sostituire mille alberi per evitare disastri”

Confagricoltura: “Dopo 50 anni di vita, le piante urbane possono diventare fragili”. E' quanto spiega il presidente nazionale del florovivaismo Mati



FIRENZE — “Se vogliamo evitare altri disastri, il Comune di Firenze deve adottare una seria politica di gestione del patrimonio arboreo in contesti urbani, procedendo alla sostituzione di almeno mille alberi ogni anno”. E’ quanto afferma Francesco Mati, presidente nazionale del settore florovivaistico di Confagricoltura all’indomani della strage di piante che ha colpito Firenze.

Spiega Mati: “Gli alberi che crescono dentro la città sono molto più fragili rispetto a quelli che crescono in aperta campagna e, dopo 50 anni di vita, devono essere sostituiti”. In primis c’è un problema di sicurezza. “Una pianta con età vetusta che cresce tra asfalto, fognature e tubature, subisce tutta una serie di danni che portano inevitabilmente l’albero ad essere più esposto all’attacco di parassiti e ad avere una minore capacità di ancoraggio nelle radici – ha aggiunto Mati - motivo per cui sono caduti i tantissimi alberi nella zona sud di Firenze”.

Non solo sicurezza. Aggiunge Mati: “La sostituzione degli alberi più vecchi, anche se può sembrar strano, è importante anche da un punto di vista ambientale perché le piante vetuste, oltre a non riuscire più ad assorbire acqua, non apportano più benefici all’ambiente in quanto non riescono più ad assorbire anidride carbonica, anzi spesso la producono andando a contaminare ulteriormente latmosfera”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno