Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:00 METEO:FIRENZE10°18°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
domenica 16 maggio 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Gaza, il bombardamento del palazzo della sede dell'Ap e di Al Jazeera

Attualità martedì 19 settembre 2017 ore 18:15

"Siamo esseri umani, siamo tutti uguali"

Nel discorso davanti a seimila persone al Mandela Forum il Dalai Lama ha detto: "Terribile che religioni siano fonti di conflitto"



FIRENZE — Un appello perché le religioni non creino conflitti, per un mondo di armonia e pace fra i popoli. Così il Dalai Lama a Firenze ha parlato davanti a seimila persone arrivate da tutta Italia per ascoltarlo durante il suo discorso al Festival delle religioni. 

"Io dovunque vado - ha detto il Dalai Lama - dico noi siamo tutti uguali e così abbiamo tutti diritto a vivere una vita felice. L'armonia è dentro di noi, appena nasciamo, quando siamo piccoli non facciamo distinzioni di religioni, di razza. Rispondiamo positivamente ai gesti di amore e di affetto. Poi, nel corso della vita poniamo troppa enfasi sulle differenze secondarie e non guardiamo abbastanza al fatto che siamo tutti esseri umani. Questa prospettiva provoca irritazione che poi sfocia nella violenza. Ovunque vado perciò promuovo questo concetto, siamo tutti uguali, siamo esseri umani". 

"Nella mia vita - ha ricordato - sono stato testimone di tante cose, tanti conflitti, in questo momento in cui siamo qui, ci sono fratelli e sorelle, bambini che stanno morendo per ragioni che noi stessi abbiamo creato. È venuto il momento di fermare queste sofferenze. Il rimedio è di metterci in relazione gli uni con gli altri perché sono più le cose che ci accomunano, in particolare il fatto che siamo esseri umani, siamo tutti uguali. È per esempio una cosa terribile che le religioni siano fonti di conflitto. Questo avviene perché non c'è comprensione dell'altro". 

Il Dalai Lama ha poi citato l'esempio dell'India dove "milioni di persone di religioni diverse convivono pacificamente". "Noi siamo un'unica comunità - ha concluso - di 7 miliardi di esseri umani e dobbiamo stare insieme e dobbiamo sviluppare l''amore universale, la pace universale, il perdono universale".

"Spesso vediamo affiancare il termine terrorista al termine religioso. Si parla ad esempio di terrorista musulmano, terrorista buddista. Io sono molto contrario a denominare con il termine terrorista chi è religioso, perchè al momento in cui uccidi non sei più un religioso, sei solo un terrorista".

"Conosco moltissimi musulmani in India ed il principale principio del musulmano è di amare tutto il creato di Allah, e nel momento in cui uccidi qualcun altro, smetti di essere musulmano" ha aggiunto il Dalai Lama.

Il video della diretta su Facebook della pagina del Dalai Lama

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
L'incidente si è verificato in via Carlo del Prete. La donna, 80 anni, è stata investita da un'auto guidata da un signore di 88 anni
Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Alfredo De Girolamo e Enrico Catassi

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Cronaca

Attualità

Attualità