Questo sito contribuisce alla audience di 
QUI quotidiano online.  
Percorso semplificato Aggiornato alle 20:10 METEO:FIRENZE9°  QuiNews.net
Qui News firenze, Cronaca, Sport, Notizie Locali firenze
sabato 04 dicembre 2021
Tutti i titoli:
corriere tv
Davide Giri ucciso a New York, il dottorando italiano è stato accoltellato

Attualità mercoledì 15 luglio 2020 ore 15:40

Lavori sull'Arno come una cartolina di 100 anni fa

Lavori di bonifica nello stesso punto mostrato da una vecchia cartolina di circa cento anni fa, quando ancora si lavorava a mano e a dorso di mulo



SIGNA — Gli escavatori del Consorzio di Bonifica sono a lavoro sulle due sponde dell’Arno a monte e a valle del Ponte a Signa, lo stesso tratto raffigurato in una cartolina di 100 anni fa quando la bonifica si eseguiva a mano. Il lavoro su richiesta e in accordo con altri interventi del Genio Civile Valdarno Superiore consiste di diversi interventi di riprofilatura di argini e sponde per un lungo tratto dell’Arno.

Sulla sponda destra, in territorio comunale di Signa si sta provvedendo alla rimozione di una ingente quantità di materiale sedimentato sulla banca a fiume dell’argine dell’Arno, nel tratto a valle dell’immissione del Fiume Bisenzio: qui i fenomeni di sedimentazione sono accentuati dalla particolarità del tratto dove sia la caratteristica dell’interno curva sia l’allargamento della sezione in corrispondenza del Ponte a Signa, determinano una riduzione della velocità dell’acqua, causando così una zona di sedimentazione naturale del materiale solido trasportato dal corso d’acqua durante gli eventi di piena, come quelli considerevoli del novembre e dicembre 2019.

Sulla sponda sinistra, in territorio comunale di Lastra a Signa si prosegue invece a valle del Ponte, in continuità con un intervento diretto dal Genio Civile, con la pulizia di tutte le specchiature in cemento sulla sponda che va dalla passerella pedonale fino a Porto di Mezzo; intervento che riporta così alle luce le antiche difese idrauliche e permetterò una maggiore e migliore manutenzione e fruibilità per il Consorzio e per i cittadini.

Gli obiettivi complessivi degli interventi, condotti direttamente da personale e con mezzi del Consorzio, per un valore stimabile in poco meno di 100 mila euro, sono molteplici: regolarizzare le banche di percorrenza per migliorare e velocizzare le operazioni di manutenzione della vegetazione; verificare lo stato delle opere idrauliche – l’argine in destra idraulica è un opera idraulica di II categoria, ai sensi RD 523/1933, a difesa dell’abitato di Signa; rimettere nella dinamica fluviale il materiale solido trasportato dal fiume, operazione quest’ultima che nell’immaginario collettivo è spesso assai difficile da comprendere perché si crede che la terra buttata a fiume vada a diminuire il fondo del fiume e quindi restringere la sezione idraulica mentre invece in realtà il materiale viene trasportato a valle con il passaggio delle piene e va riempire le zone in erosione via via a valle fino a riversarsi sul litorale pisano a ripascimento delle spiagge, purtroppo in costante erosione.

“Un nuovo importantissimo intervento sull’Arno, in un tratto assolutamente strategico, appena a valle della città di Firenze e dell’immissione del Bisenzio e della Greve e poco più a monte del tratto Empolese - ha detto il Presidente del Consorzio Marco Bottino - Siamo noi oggi gli eredi di quegli instancabili lavoratori immortalati nelle foto di oltre cento anni fa e che con la loro opera hanno reso sicuri dalle acque e prosperi i nostri territori e l’intera Regione”. Angela Bagni Sindaco di Lastra a Signa, presente insieme all’Assessore Cappellini esprime “apprezzamento per questo intervento che oltre ad essere un’importante opera idraulica e di messa in sicurezza consentirà ai nostri cittadini di poter godere e fruire a pieno delle sponde dell’Arno, dal Parco Fluviale fino a Porto di Mezzo”. “Seguiamo con grande soddisfazione gli importanti lavori sulle sponde dell’Arno, proprio nella zona del Ponte che rappresenta un elemento quasi simbolico, a ricordarci che la storia e l’attualità della comunità di Signa è profondamente legata ai suoi fiumi e ai suoi attraversamenti - ha detto l’Assessore di Signa Andrea Di Natale presente insieme al Sindaco Fossi - “Un altro investimento che si aggiunge agli altri importantissimi già realizzati o di prossima realizzazione, fondamentali per la difesa idraulica di un territorio ancora fragile da questo punto di vista, ma che vede nell’acqua e nella sua regimazione una straordinaria opportunità di sviluppo, oggi come nella storia di Signa. Ringraziamo il Consorzio di Bonifica e il Genio Civile per il costante lavoro e per il continuo rapporto di collaborazione”.


Se vuoi leggere le notizie principali della Toscana iscriviti alla Newsletter QUInews - ToscanaMedia. Arriva gratis tutti i giorni alle 20:00 direttamente nella tua casella di posta.
Basta cliccare QUI

Tag
Iscriviti alla newsletter QUInews ToscanaMedia ed ogni sera riceverai gratis le notizie principali del giorno
L'articolo di ieri più letto
Dal 2014 gli inquilini attendono di poter fare rientro nelle loro abitazioni. Gli alloggi temporanei di Novoli iniziano a mostrare i segni del tempo
Offerte lavoro Toscana Programmazione Cinema Farmacie di turno

Qui Blog di Federica Giusti

QUI Condoglianze



Ultimi articoli Vedi tutti

Attualità

Attualità

Attualità

Attualità